Anette Olzon: la cantante picchiata e derubata in Svezia

Le brutte avventure alle donne nell’indifferenza generale capitano anche nella tollerante Svezia. A farne le spese questa volta è Anette Olzon, ex cantante dei Nightwish, che ha pubblicato una foto e un commento sul proprio profilo Instagram dopo essere stata picchiata e derubata da un tossicodipendente. La Olzon è stata portata in ospedale in seguito all’aggressione e ha poi pubblicato il racconto di quanto successo, mostrando una foto del suo volto dopo la brutta avventura:

La giornata di oggi è cambiata rapidamente da bella a terribile quando sono stata picchiata e derubata da un drogato mentre stavo andando verso la mia macchina. Adesso sono in ospedale perchè mi ha colpito forte e ho battuto la nuca sul selciato di pietra. Sono molto scossa, ho delle contusioni, ma la cosa peggiore è stata vedere due uomini a breve distanza da me, che hanno visto che venivo picchiata e non hanno fatto un cazzo di niente! Vigliacchi! Grazie al cielo una ragazza è corsa verso di me e alla fine due VERI uomini hanno trascinato via il drogato, che ora è in custodia presso la polizia! I tossicodipendenti sono persone molto pericolose! Scriverò di più dopo le visite, ma per favore, state attenti!

anette olzon

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login