Header Unit

Andreas Kisser: “i fratelli Cavalera voltarono le spalle ai Sepultura”

In una recente intervista al giornalista Scott Morrow di “MTV Iggy“, il chitarrista dei Sepultura Andreas Kisser ha rievocato lo split della band con i fratelli Cavalera, avvenuto ormai diversi anni fa. Kisser ha dichiarato quanto segue:

La scelta di lasciare la band è stata loro. Non abbiamo mai licenziato nessun musicista nel gruppo. Abbiamo solamente licenziato la nostra manager dopo il tour di “Roots” e Max ha deciso di lasciare e stare con lei per intraprendere una carriera solista. A lui non importò nulla del nome della band in quei giorni. Lui non combatté per il nome. Ci voltò semplicemente le spalle e ci disse: “Fanculo ragazzi; me la cavo meglio da solo”. E Igor lasciò dieci anni più tardi; nemmeno a lui importava di combattere. Si sono comportati come quei padri che hanno dei figli e li abbandonano. Per i Cavalera, i Sepultura sono come un figlio abbandonato. Ci hanno davvero voltato le spalle e lasciato. Ma è grandioso essere ancora qua e mantenere forte il nome dei Sepultura, portando nuovo materiale negli album. Lo spirito dei Sepultura non è mai cambiato e questo è il motivo per cui siamo ancora qui come Sepultura.

andreas kisser

3 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. marco

    Andreas Kisser è arrivato al terzo album, i cavalera sono i fondatori del gruppo……..

    Reply
  2. Filippo Scaramuzzi

    Kisser entrò dal secondo, prima di tutto. E il fatto che uno sia il fondatore di qualcosa, non vuol dire che se lo abbandona, debba smettere di esistere solo perché se ne è andato. E Kisser non è mai stato un gregario, ma ha contribuito da sempre a definire il sound dei Sepulura. Finitela una buona volta.

    Reply
  3. Ruben

    Kisser avrà anche definito il suono dei Sepultura, ma da quando max se ne è andato le cose sono andate sempre peggio.

    Ed è triste che un nome che ha dato tantissimo (nei primi anni ’90 stavano per rappresentare quello che erano i metallica negli anni 80) scenda sempre più in basso sia qualitativamente che commercialmente

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login