Almanac: il lyric video di “Rush Of Death”, annunciato il nuovo cantante

Comunicato stampa:

Oggi, gli ALMANAC di Victor Smolski hanno pubblicato il loro nuovo album “Rush Of Death” su Nuclear Blast, e ieri hanno dato inizio al “KillecTour 2020” con i LORDI. Per celebrare l’occasione, la band ha pubblicato il nuovo lyric video della title track ‘Rush Of Death’.

Victor Smolski commenta:

“Rush Of Death” è la title track del nostro nuovo CD ed è molto dinamica, potente e piena di suspense. Si adatta perfettamente al concept generale, tra brani molto pesanti come ‘Predator’ e l’orchestrale ‘Suite Lingua Mortis Teil 2’. Per me, il nuovo CD degli ALMANAC è il culmine assoluto dei cinque anni di storia della band. Riff duri, songwriting dinamico, monumentali arrangiamenti orchestrali e storie intrise di adrenalina – il tutto in perfetto equilibrio.

“C’è una bugia che tutti i piloti si raccontano. La morte è qualcosa che accade ad altre persone, ed è così che trovi il coraggio di salire in auto in primo luogo. Più ti avvicini alla morte, più ti senti vivo.” – James Hunt/pilota di Formula1.

“Non c’è amicizia là fuori. Quando corri, devi combattere. Questo è tutto.” – Niki Lauda/pilota di Formula1.

Gli ALMANAC sono anche lieti di annunciare un nuovo membro: il cantante Frank Beck (GAMMA RAY ecc.) è ora un membro a tempo pieno degli ALMANAC e può anche essere visto e ascoltato sul palco durante il tour che è iniziato ieri. “Dopo un fantastico periodo di lavoro con Frank durante le registrazioni di Rush Of Death, lo abbiamo invitato a unirsi a noi nel nostro tour da headliner di febbraio. È una grande aggiunta ai nostri concerti! La sua voce carismatica e la presenza sul palco si adattano perfettamente alla nostra band e siamo molto entusiasti di annunciare Frank Beck come nuovo membro di tutti i prossimi show”.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login