After The Burial: la band torna a suonare live

Gli After The Burial hanno trascorso una pessima estate, dopo che il chitarrista Justin Lowe era stato trovato morto, probabilmente per suicidio. La band aveva interrotto il Summer Slaughter tour che avevano in programma, e si erano presi una pausa per elaborare la perdita. Ora, a qualche mese di distanza, la band ha annunciato la sua intenzione di tornare ad esibirsi dal vivo, con un tour negli Stati Uniti di supporto ai The Faceless. Ecco il comunicato con cui gli After The Burial annunciano il loro ritorno sulle scene:

Come sapete, abbiamo la nostra apparizione al Summer Slaughter tour per passare del tempo con i nostri amici e le famiglie sforzandoci a ricostruire la nostra vita dopo la perdita del nostro fratello. Ciascuno affronta una tragedia a modo suo, e con i propri tempi. Ciascun modo è unico, ma l’obiettivo comune che tutti condividono è quello di tornare a vivere una vita normale. Una vita normale per noi significa tornare on the road, incontrare i nostri fan e condividere la nostra musica con il mondo. Siamo contenti di annunciarvi questo imminente tour con i The Faceless. Il tour rappresenta un grande passo in avanti a livello emozionale per noi della band. Abbiamo ancora la guida e la motivazione per portarvi la nostra musica, amici, e vogliamo che noi siamo una sorgente di forza per tutti voi. Non saremmo qui senza il vostro supporto, e vogliamo solo restituirvelo. Vi vogliamo bene, ci vediamo in the road.

after the burial

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login