Header Unit

Aerosmith: la possibile setlist della data di Firenze

Inizia oggi la settimana contraddistinta dal ritorno degli Aerosmith in Italia, con il concerto previsto per venerdi 23 giugno all’Ippodromo del Visarno di Firenze. Il web come al solito ci offre la possibilità di sapere quali potrebbero essere i pezzi eseguiti durante il set. Sorvolando sull’esibizione di sabato 17 all’Hellfest, decurtata di un paio di brani, ecco cosa ha suonato la band il 14 giugno alla 3Arena di Dublino:

Let the Music Do the Talking
Young Lust
Cryin’
Livin’ on the Edge
Love in an Elevator
Janie’s Got a Gun
Stop Messin’ Aroun (Fleetwood Mac cover)
Oh Well (Fleetwood Mac cover)
Mama Kin
Hangman Jury
Seasons of Wither
Sweet Emotion
I Don’t Want to Miss a Thing
Rag Doll
Come Together (The Beatles cover)
Dude (Looks Like a Lady)

Encore:
Dream On
Mother Popcorn (James Brown cover)
Walk This Way

Una setlist incentrata molto sui grandi successi degli anni ’80, con in particolare il ritorno di “Janie’s Got A Gun”. Gli anni ’70 sono rappresentati dai grandi successi come “Mama Kin”, “Dream On” e “Sweet Emotion”, ma non ci sono, a differenza dell’ultimo passaggio in Italia, ripescaggi inusuali come fu “Rats In The Cellar”. C’è comunque qualche piccola variazione nelle setlist; ad esempio, durante il live allo Sweden Rock Festival sono state eseguite anche “Back In The Saddle” e “Chip Away The Stone”. Interessanti anche le cover di “Come Together” e di “Mother Popcor” di James Brown, che possiamo trovare anche in “Live! Bootleg” del 1978.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login