Ade: il video ufficiale di “Veni Vidi Vici”

Comunicato stampa:

I death metaller romani ADE hanno presentato il nuovo video di “Veni Vidi Vici”.

Ave legioni! È con estremo piacere ed orgoglio che noi Ade vi presentiamo il nostro primo videoclip: direttamente dal nostro ultimo album “Rise Of The Empire”, ecco a voi, l’immortale inno di Giulio Cesare e delle sue imprese, “Veni Vidi Vici”!

“Veni Vidi Vici” è estratto dall’ultimo studio album “Rise Of The Empire” uscito lo scorso novembre via Extreme Metal Music.

Il nuovo album degli ADE“Rise Of The Empire”, è stato registrato, mixato e masterizzato da Stefano Morabito ai 16th Cellar Studios di Roma (Fleshgod Apocalypse, Hour Of Penance, ecc). L’epica copertina è opera dell’artista Fabio Timpanaro.

“‘Rise Of The Empire’ è un disco che strizza l’occhio ai nostri fan di vecchia data legati agli Ade più istintivi e brutali, ma allo stesso tempo porta novità pazzesche che avvicineranno le nuove generazioni non solo a noi ma anche alla musica estrema… o almeno questo è ciò che mi auguro”, afferma il chitarrista Fabivs.

La cultura classica sposa il death metal, nella cornice di un anfiteatro che questa volta non vede vincitori o vinti, ma celebra la nuova opera di una band che, dopo oltre dieci anni di carriera, torna alla conquista di nuovi territori musicali. Gli ADE con il loro “ancient Roman death metal” estendono ancora una volta il loro impero e con gli undici capitoli di “Rise Of The Empire” sono pronti ad azionare la macchina del tempo per un’inedita narrazione della storia all’epoca di Cesare.

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login