AC/DC: ritirate le accuse di istigazione all’ omicidio

Il Pubblico Ministero Greg Hollister-Jones ha ritirato l’accusa di istigazione all’omicidio che pesava sul batterista degli AC/DC Phil Rudd. Nel pomeriggio (ora neo zelandese) del 7 novembre infatti l’avvocato di Phil, Paul Mabey, ha sostenuto un meeting con il Pubblico Ministero e la polizia locale a seguito del quale non sono emerse prove evidenti che motivassero l’accusa.
Di seguito le dichiarazioni del rappresentante legale di Rudd:

Il mio cliente ha subito un danno incalcolabile, la sua reputazione è stata infangata con un’accusa insensata. Rimane in piedi il procedimento per minaccia di omicidio e detenzione di stupefacenti che tuttavia reputo una questione di minore importanza non trattandosi di una quantità rilevante.

Il portavoce del Pubblico Ministero, Jan Fulstow, ha dichiarato al The New Zealand Herald, riferendosi al ritiro dell’accusa, che “la polizia può sollevare un’accusa del genere senza dovere chiedere il permesso al Pubblico Ministero ma semplicemente valutando le prove in loro possesso, il fatto che si tratti di un personaggio pubblico non fa nessuna differenza e comunque ripeto, è stata un’iniziativa della polizia“.

Phil Rudd sta valutando di intentare un’azione legale per diffamazione e danneggiamento della sua immagine.

philruddarrested

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login