AC/DC: “Axl Rose se la sta cavando bene”, parola di Simon Wright

Arriva un altro apprezzamento al lavoro che sta facendo Axl Rose con gli AC/DC in sostituzione di Brian Johnson. L’opinione positiva giunge da Simon Wright, che tra le altre cose ha militato proprio negli AC/DC negli anni ’80, suonando su “Fly On The Wall” e “Blow Up Your Video“. Ecco cosa ha detto Wright a proposito del cambio di formazione e del lavoro dell’attuale frontman:

Il modo in cui la notizia è stata divulgata è stato un po’ strano. Per un momento è sembrato che Brian fosse stato licenziato, il che mi è sembrata la cosa più strana al mondo, se veramente fosse stato licenziato, ma non era vero, dato che ha un problema di udito. Sono rimasto colpito, ma, come ha detto Brian, tutti noi invecchiamo, ci facciamo male e tutto il resto. Sono comunque molto contento per il fatto che non stia molto, molto male e che starà bene, e gli auguro il meglio. E Axl sembra stia andando…ho visto un paio di video online e mi sembra che Axl se la stia cavando bene. All’inizio sembrava tutto molto strano, ma quando lo guardi, vedi che lui sta dando il massimo, che lui sembra nutrire un grande rispetto verso la band, verso i fan e tutto il resto. Sembra quindi che stiano andando avanti bene. Non so che cosa faranno dopo che saranno terminate queste date, non lo so davvero, ma gli auguro tutto il bene di questo mondo.

simon wright

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login