Accept: in uscita l’album “Symphonic Terror – Live at Wacken 2017”

Comunicato stampa:

Le leggende tedesche dell’heavy metal ACCEPT stanno raccogliendo un successo senza precedenti! Dopo dieci anni dalla reunion, il quintetto può vantare quattro album nella top 10 tedesca, tra cui l’incredibile #1 con “Blind Rage” (2014) e un brillante #3 con “The Rise Of Chaos” (2017).

Sei mesi dopo il tour mondiale di “The Rise Of Chaos”, gli ACCEPT cominceranno la stagione dei festival il 22 giugno al Rockfels Open Air e suoneranno da headliner al leggendario Bang Your Head!!! di Balingen, oltre che al Rock am Stück festival e al Rock am Härtsfeldsee. Il tour terminerà il 28 luglio a Vienna, quando apriranno per i leggendari JUDAS PRIEST.

Negli scorsi mesi la band tedesca è stata tutt’altro che inattivaa e si è concentrata sui ritocchi finali dell’imminente uscita dal vivo “Symphonic Terror – Live at Wacken 2017”, che arriverà nei negozi il 23 novembre su Nuclear Blast!

I fan possono aspettarsi un unico concerto di due ore degli ACCEPT, girato il 3 agosto 2017 al leggendario W:O:A, dove la band ha suonato il più grande e straordinario show della sua carriera, dinanzi a 80.000 partecipanti al festival, oltre a migliaia di spettatori che hanno assistito alla diretta streaming! Il concerto è stato diviso in tre parti, che hanno messo in luce il completo potere creativo degli ACCEPT. La prima parte ha ospitato le anteprime delle nuove canzoni ‘Die By The Sword’ e ‘Koolaid’, oltre agli altri brani più famosi del gruppo, come ‘Restless And Wild’ e ‘Pandemic’. La seconda parte ha avuto come protagonista il chitarrista Wolf Hoffmann che, accompagnato da un’orchestra sinfonica, ha presentato un best del suo recente album solista “Headbangers Symphony”, contenente versioni metal di alcune delle composizioni di musica classica più famose composte da Beethoven, Mozart, Vivaldi ecc. Nella terza e ultima parte i fan hanno assistito a uno show degli ACCEPT, accompagnati dall’orchestra, alle prese con i loro brani più famosi come ‘Princess Of The Dawn’, ‘Breaker’, ‘Fast As A Shark’ e ‘Metal Heart’, oltre alle più recenti ‘Stalingrad’, ‘Shadow Soldiers’ e ‘Teutonic Terror’. Il finale è rappresentato dagli otto minuti del loro successo ‘Balls To The Walls’!

Dichiara Wolf Hoffmann a proposito della fusione tra heavy metal e musica classica:

È stata una miscela di intensità e precisione. I fan sono estremamente aperti di mente, ma mi sono sentito nervoso fino all’ultimo minuto prima dell’inizio del concerto. Dopo tutto eravamo sempre a un festival metal! Penso che, dopo diversi anni in cui gli ACCEPT hanno unito entrambi i mondi, i fan abbiano iniziato ad accettare questa concezione.

Ciò che è iniziato in anteprima mondiale a Wacken e ha attirato grande attenzione in tutto il mondo grazie allo streaming in diretta, continuerà a inizio 2019. Gli ACCEPT infatti stanno pianificando un tour in Europa con l’orchestra nella primavera 2019! Spiega ancora Hoffman:

Spero davvero che riusciremo a realizzare il noto sogno. Ci stiamo lavorando duramente! Ciò che posso anticipare al momento è che ci saranno molte sorprese visive e musicali, che i fan degli ACCEPT non hanno mai sperimentato prima d’ora. Vogliamo moltiplicare quanto raccolto a Wacken e siamo felici di tutto il supporto che riceviamo. Una cosa è certa. Il 2019 sarà memorabile!

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login