Metallica: James Hetfield sui side projects degli altri membri della band

In una recente intervista alla rivista del So What!, James Hetfield, frontman e membro fondatore della storica band dei Metallica, ha parlato molto francamente di cosa pensa del coinvolgimento degli altri membri della band, il chitarrista Kirk Hammett e il bassista Robert Trujillo, in side projects alternativi ai Metallica:

“Ho sempre pensato che se uno di noi fa qualcosa di diverso, questo influisce negativamente sul potenziale dei Metallica. E’ sempre stata la mia opinione. Però credo che se lo fanno loro, allora va bene, ma se lo faccio no, perchè sono il frontman, e così anche Lars, perchè noi siamo i fondatori. Noi non possiamo permetterci una cosa del genere.

Penso che per me e Lars – parlo principalmente per me, ma so che anche lui la pensa così – per noi i Metallica sono anche un side project. Sono il nostro progetto principale, il nostro side project, il nostro progetto 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.
Questo non vuol dire che io non voglia provare anche altre cose, tipo libri, fotografia, arte, macchine…Voglio che tutto questo aggiunga qualcosa a me. Non voglio che sottragga qualcosa ai Metallica.

In passato potrei aver avuto un’attitudine piuttosto negativa nei confronti dei side project degli altri membri: ‘ti stai dedicando ad altro, quindi vuol dire che questa band non significa per te quello che significa per me e Lars.’
Ma ora sono stanco di queste sensazioni e di tutto questo risentimento.”

Hetfield ha poi parlato del suo ruolo all’interno della band:

“Alla fine, so che io e Lars siamo le guide nei Metallica. Siamo noi a guidare i Metallica per la gran parte del tempo e gli altri membri della band sono contenti di come vanno le cose.
Siamo tutti uguali e tutti diamo il nostro contributo. Però a me e Lars piace essere alla testa della band.
Adesso siamo al punto in cui ognuno sa che la band è prioritaria rispetto al resto, ma allo stesso tempo tutti sono liberi di esplorare cose nuove.”

James Hetfield

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login