Skunk Anansie: le foto della data di Roma

Impeccabili, super rodati, gli Skunk Anansie sono saliti sul palco uno alla volta con il sorriso fra i baffi di chi sa benissimo che sta per lanciare una sferzata di energia atomica sul suo pubblico. Due ore di concerto per dimenticare tutto, sentirci uniti e connessi anche con chi non è presente.

Skin affronta il palco e tutti i temi caldi del momento, soprattutto quello dei diritti degli esseri umani, con la grinta immensa che solo lei sa mettere ma anche con la dolcezza di una donna, moglie e madre, che conosce l’importanza e la responsabilità di sensibilizzare chi la ascolta in nome della difesa del sacro diritto di esistere con dignità e decidere per noi stessi e per le nostre vite.

Mai una nota fuori posto, mai un’indecisione, la sua voce è una lama tagliente che spazia a qualsiasi altezza senza mai perdere potenza o far intravedere un possibile momento di dubbio.

Perché non bisogna aver paura di avere talento, il talento può essere sussurrato o urlato, ma mai ignorato, e loro lo sanno, per questo in qualche modo hanno conquistato la loro fetta di eternità in questo mega universo in cui viviamo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login