Header Unit

Italian Kiss Expo 2011 – Eric Singer – Live4Win – Juliet Kiss: Live Report

Peccato per la scarsa affluenza, che lascia pensare che forse una più capillare promozione avrebbe attirato più persone. Dopo tutto l’ospite d’onore dell’Italian Kiss Expò 2011 risponde al nome di Eric Singer, motore ritmico del bacio più famoso del rock’n’roll circus dal 1992, quando prese il posto dello sfortunato Eric Carr (RIP).

Notevole il materiale ufficiale dei Kiss esposto presso i vari banchetti, tra oggetti da collezione, (maglie, poster autografati, strumenti musicali griffati, ecc.) e memorabilia che ogni fan del gruppo newyorkese vorrebbe accaparrarsi. Tra  tanti dinosauri del rock nessuno come i Kiss può vantare una gamma ampissima di oggetti dedicati, venduti certo che a costi a volte proibitivi, ma si sa che il vero appassionato è pronto a tutto pur di impossessarsene.

Gli assenti avranno comunque da mordersi le mani, Eric Singer ha passato il tempo a chiacchierare con chiunque si avvicinasse, ha firmato autografi e si è reso disponibile per moltissimi scatti fotografici. Oltre ad essere un grandissimo batterista si è dimostrato persona cordiale, simpatica e alla mano, non deludendo i fan: grande Eric!

D a segnalare tra l’altro che durante la serata è stata organizzata un’estrazioni a premi, i cui vincitori si sono portati a casa un kit completo di cinque plettri pescati direttamente dal palco del concerto di Milano del 2010, oltre al mega poster di “Sonic Boom”, del formato 70×105, offerto da Kiss Bitch .co.

Concludiamo la cronaca dell’evento aggiungendo che a contorno della serata si sono esibiti due gruppi: I Live4Win, band tributo a Paul Stanley, ed i Juliet Kiss. Si tratta di due tra le più importanti cover band ufficiali dei Kiss.  Nessuna sorpresa quindi che abbiano fatto un figurone, soprattutto per gli effetti speciali utilizzati dai Juliet Kiss con tanto di sangue a iosa dalla bocca del bassista pseudo Simmons e abiti praticamente identici agli originali. Una grande serata, all’insegna del divertimento e del rock’n’roll, che ha fatto sognare ad occhi aperti tutti gli appassionati.

marcella.fava

view all posts

Marcella Fava nasce a Reggio Emilia il 30 aprile 1988. Figlia d’arte, il padre è Antonio Fava, grande scrittore, regista, ma soprattutto attore teatrale e insegnate di Commedia dell’Arte di fama mondiale. La sua prima macchina fotografica è la polaroid di Barbie, all’età di 6 anni, che tutt’ora utilizza per divertimento. Le fotografie vengono fuori di qualità scarsa dati gli anni che ha, ma contengono tanta tenerezza e tanto affetto. Frequenta e si diploma presso il Liceo D’arte “Paolo Toschi” di Parma, a seguire il Centro Sperimentale di Fotografia “Ansel Adams” di Roma fino ad ottenere il Postgraduate Certificate in Professional Studies – Photography presso il Central Saint Martins – College of Art And Design di Londra, specializzandosi in reportage e fotografia analogica. Attualmente è fotografa a tempo pieno con sede a Reggio Emilia (anche se non si nega viaggi reportagistici in girando il mondo) e scatta per Metalus.it da circa 4 anni, unendo insieme alla fotografia l'altra sua grande passione, la musica!

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. Pietro Bampi

    1) LA data non è 30 novembre ma 2 dicembre.
    2) Di gente ce n’era, forse non tantissima ma è stato meglio cosi’. Io sono stato il primo ad entrare ero in piedi fuori da “Dancing la Montagnola” dalle 13:00 fino alle 19:05.

    Molto bravo e disponibile Eric che ha firmato autografi a tutti. Per esempoio a mè ha firmato 7 autografi + foto + un pò di parole con lui.

    Che esperienza ragazzi!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login