Hardcore Superstar + Buckcherry: Live report delle date italiane

15 Novembre 2013
New Age Club
Roncade (TV)

Hardcore Superstar e New Age Club sono un binomio che negli ultimi anni ha avuto un solo significato: garanzia di qualità. La prima data del mini tour italiano della band non ha smentito le attese.

L’occasione è stata ancora più ghiotta perchè, oltre ai 4 svedesi, troviamo nel bill gli americani Buckcherry, in Italia spesso snobbati immeritatamente. Sono proprio loro ad assestare il promo colpo ben riuscito della serata. La setlist è molto variegata e pesca qua e là dalla discografia, sacrificando forse qualche pezzo dell’ultimo ottimo “Confessions” di cui vengono suonati solo due estratti. L’energia della band dal vivo è notevole, incanalata nelle movenze isteriche di Josh Todd, potentissimo alla voce. Anche i brani più easy listening, dal vivo prendono una piega molto heavy. Il pubblico reagisce bene, anche se molti sono al New Age per gli Hardcore Superstar. Saranno 15 i brani in scaletta, compresi i due bis, con la celeberrima “Crazy Bitch” posta a chiusura della parte ufficiale dello show.

Tempo per riprendere fiato e l’ormai nota intro “This Worm’s For Ennio” da inizio alla vera festa con gli Hardcore Superstar. A questo punto il locale è pieno stipato e letteralmente esplode con le note di “Moonshine”. Come sempre la location si rivela perfetta, con un sound veramente strepitoso, pulito ma violento al punto giusto. Quella di stasera è l’ennesima lezione di divertimento e grande musica impartita dagli Hardcore Superstar, con una presenza scenica e una performance che in pochi attualmente nel panorama hard rock possono esibire.
La setlist è un vero e proprio greatest hits, con i migliori brani di ogni album dal masterpiece omonimo, includendo anche la più datata “Someone Special”. Sinceramente non sappiamo proprio cosa dirvi in più: gli Hardcore Superstar in Italia sono una sicurezza, un concentrato puro di adrenalina, grandiose melodie, divertimento e cazzuto hard rock. Cosa chiedere di più? Con “Above The Law” si chiude con il botto la parte ufficiale del set; saranno tre i bis, tra cui spicca la classicissima “We Don’t Celebrate Sunday”, ormai vero e proprio inno della band.
Bene, bravi, bis. Se ancora non avete vissuto l’esperienza “HCSS” dal vivo almeno una volta, recuperate quanto prima, ne vale la pena, indipendentemente dai propri gusti musicali (che poi tanto lo sappiamo che anche il più truce metaller li canticchia sotto la doccia).

Nota a margine, in apertura si sono esibiti i Venrez: se durante il loro set avevano suscitato gran poche reazioni positive, al confronto con le successive prestazioni ci chiediamo anche perchè fossero lì.

Testo a cura di Tommaso Dainese
Foto a cura di Matteo Dainese (Meet&Greet)

16 Novembre 2013
Estragon
Bologna

Foto a cura di Ivan Elmi

17 Novembre 2013
Alcatraz
Milano

Foto a cura di Marcella Fava

Foto a cura di Mairo Cinquetti

tommaso.dainese

view all posts

Folgorato in tenera età dall'artwork di "Painkiller", non si è più ripreso. Un caso irrecuperabile. Indeciso se voler rivivere i leopardi anni '80 sul Sunset o se tornare indietro nel tempo ai primi anni '90 norvegesi e andare a bere un Amaro Lucano con Dead e Euronymous. Quali siano i suoi gusti musicali non è ben chiaro a nessuno, neppure a lui. Dirige la truppa di Metallus.it verso l'inevitabile gloria.

Mairo Cinquetti

view all posts

Inguaribile punkettone e amante di tutto ciò che fa tupa-tupa. La mia dimensione ideale è dentro al pit, armato di reflex e pronto a immortalare tutti ciò che va oltre la musica.

marcella.fava

view all posts

Marcella Fava nasce a Reggio Emilia il 30 aprile 1988. Figlia d’arte, il padre è Antonio Fava, grande scrittore, regista, ma soprattutto attore teatrale e insegnate di Commedia dell’Arte di fama mondiale. La sua prima macchina fotografica è la polaroid di Barbie, all’età di 6 anni, che tutt’ora utilizza per divertimento. Le fotografie vengono fuori di qualità scarsa dati gli anni che ha, ma contengono tanta tenerezza e tanto affetto. Frequenta e si diploma presso il Liceo D’arte “Paolo Toschi” di Parma, a seguire il Centro Sperimentale di Fotografia “Ansel Adams” di Roma fino ad ottenere il Postgraduate Certificate in Professional Studies – Photography presso il Central Saint Martins – College of Art And Design di Londra, specializzandosi in reportage e fotografia analogica. Attualmente è fotografa a tempo pieno con sede a Reggio Emilia (anche se non si nega viaggi reportagistici in girando il mondo) e scatta per Metalus.it da circa 4 anni, unendo insieme alla fotografia l'altra sua grande passione, la musica!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login