Angel Witch: le foto della data di Bologna

Nè il freddo nè la neve incombente alle porte della città sono riusciti a fermare i fan della NWOBHM, pronti a riscaldare l’atmosfera al punto giusto in occasione di una delle date italiane degli Angel Witch. Capitanata come sempre da Kevin Heybourne, la band ha sfoderato un live interessante e in linea con gli standard a cui ci hanno abituati da tempo, di poche parole e quasi senza intermezzi tra un pezzo e l’altro, coosa che ha contribuito a mantenere un ritmo serrato al live. La loro esibizione comincia con la travolgente “Gorgon” e si continua con una carrellata di estratti dal primo album della band, come “Confused”, “Atlantis”, “White Witch” e, ovviamente, il brano che dà il nome alla band in chiusura. Tra il pubblico giovani e meno giovani, tutti partecipi con lo stesso entusiasmo. In apertura, invece, tre band italiane; si comincia con gli Ural, band proto thrash dai brani brevissimi e serrati, per poi proseguire con i Forged In Blood, quintetto milanese portatore di un buon heavy metal classico che ricorda fra gli altri i primi Iron Maiden e i Primal Fear, e i toscani Angel Martyr, con il loro heavy metal classico a una chitarra, in chiusura. Nel complesso una bella serata, senza cedimenti o momenti morti.

URAL

FORGED IN BLOOD

ANGEL MARTYR

ANGEL WITCH

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login