Whitesnake: “Made In Japan” – Intervista a David Coverdale

In occasione dell’uscita di “Made In Japan“, nuovo live album a firma Whitesnake, siamo riusciti a intercettare Mr. David Coverdale per una breve conversazione riguardante gli ultimi avvenimenti in casa Whitesnake e le prossime mosse del sempre più velenoso Serpente Bianco.

Ciao David, come stai? Che si dice in casa Whitesnake?

Abbiamo appena finito di provare qui ad L.A. e mi sto preparando per partire per il Giappone per iniziare il “Year Of The Snake World Tour”.

Oggi parleremo un po’ dei vostri nuovi live album. “Made In Japan” è in uscita a fine aprile. Puoi presentarci questa nuova release?

Cosa vuoi sapere amico mio? E’ puro Whitesnake registrato di fronte a migliaia di fans giapponesi entusiasti nel 2011 durante il Forevermore World Tour. E’ eccezionale!

“Made In Japan” è ovviamente anche lo stesso titolo di uno dei live album più celebri dei Deep Purple. Come mai proprio questo titolo?

Veramente? I Deep Purple hanno registrato un DVD live intitolato “Whitesnake Made In Japan”?? Mio Dio… sono sorpreso… nonostante sia stato parte dei Deep Purple proprio non me lo ricordo…

Il secondo CD di “Made In Japan” è composto da versioni acustiche e brani registrati durante il soundcheck. Dove sono state registrate? Provengono dallo stesso concerto a Loud Park?

No, sono state registrate durante diversi soundcheck attraverso il Giappone. Non sono proprio sicuro che siano state registrate durante il soundcheck del concerto a Loud Park… mmm.. no, io non ho nemmeno fatto il soundcheck a quel concerto quindi devono essere state registrate da qualche altra parte 

In “Made In Japan” ci sono molti estratti da “Forevermore”. Sei ancora soddisfatto di quell’album?

Certamente, altrimenti non le avrei incluse… “Forevermore” è senza dubbio uno dei miei album preferiti dei Whitesnake.

Pubblicherete un altro album dal vivo nei prossimi mesi intitolato “Made In Britain”, ci sarà la stessa setlist?

Certamente no, ci saranno molte canzoni differenti altrimenti non avrebbe avuto nessun senso. Ci saranno diversi “scatti” dal tour, per me è eccezionale poter rivivere le varie tappe e se qualche fan è venuto ai vari show può rivivere il divertimento…e se non c’era, può vivere il divertimento ora con il live album.

Come mai avete deciso di pubblicare due live album provenienti dallo stesso tour?

Principalmente perché includeranno brani differenti…

Ho letto che in “Made In Britain” saranno contenuti brani provenienti da diverse tappe del tour. Ci sarà qualcosa registrato anche in Italia?

Non ne sono sicuro, forse qualcosa registrato a Milano.. ci siamo divertiti molto lì ahahha

Negli ultimi mesi Tommy Aldridge è tornato a sedere dietro le pelli, quali sono le sensazioni legate a questo ritorno? Avete già suonato insieme dal suo come-back? Qual’è il suo feeling con i brani di “Forevermore”?

Sono super eccitato di poter lavorare con lui ancora, abbiamo appena finito di provare la nuova setlist, è il migliore. Magari potresti chiedere a lui cosa ne pensa di “Forevermore”…

In maggio suonerete con i Journey e i Thunder nel Regno Unito. Pronti? Qual è il tuo rapporto con i ragazzi delle altre band?

Si prontissimo, ready and willing di tornare onstage con quei ragazzi, ogni concerto per me è speciale. Conosco Neal e Jonathan da molti anni e mi piacciono veramente tanto, come anche i Thunder. Ci divertiremo molto.. grandi brani da tre grandi bands.

So che ci saranno delle deluxe editions di “Restless Heart”, “Into The Light” e “Starkers In Tokyo”, puoi dirci qualcosa di più?

Non ancora, dovrai richiedermelo nel 2014 

Tornerete in Italia tra il 2013 e il 2014?

Questa è una domanda che devi fare ai vostri promoters amico…

Ok David, grazie mille, è tutto. Puoi chiudere con un messaggio per i vostri fans italiani!!!!

Grazie mille a tutti coloro che supportano i Whitesnake!!! Vi amiamo!!!!

tommaso.dainese

view all posts

Folgorato in tenera età dall'artwork di "Painkiller", non si è più ripreso. Un caso irrecuperabile. Indeciso se voler rivivere i leopardi anni '80 sul Sunset o se tornare indietro nel tempo ai primi anni '90 norvegesi e andare a bere un Amaro Lucano con Dead e Euronymous. Quali siano i suoi gusti musicali non è ben chiaro a nessuno, neppure a lui. Dirige la truppa di Metallus.it verso l'inevitabile gloria.

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. marco

    ciao sono marco da venezia sono un grosso fans dei whitesnake e dei europe quando tornano in italia per un grande concerto ciao a presto w il rock…

    Reply
  2. marco

    whitesnake siete grandi la cazone preferita love ain’t no stranger

    Reply

Rispondi a marco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login