Venomous Concept: “Human Waste” – Intervista a Shane Embury

I Venomous Concept sono una di quelle schegge impazzite che riaffiorano di tanto in tanto portando con se una sana e putrida ventata di nichilismo. La super band formata Shane Embury, Danny Herrera, Kevin Sharp e Danny Lilker ha da poco pubblicato il nuovo album “Kick Me Silly – VCIII“, dopo otto anni di silenzio. Ne abbiamo parlato con Shane Embury!

Ciao Shane, parlaci di questo ritorno. Sono passati otto anni dal vostro ultimo album.

Sì, ne è passato di tempo vero? In realtà durante gli anni ho prodotto diversi demo a casa e di tanto in tanto abbiamo anche registrato qualche brano e idea. A un certo punto è arrivato il giorno (come mi succede spesso in queste “spontanee cruciate di pazzia) in cui ho deciso che avremo dovuto registrare un altro album. Abbiamo quindi iniziato a pianficare tutto e in poco tempo siamo arrivati al risultato finale.

Sarà difficile unire I tuoi impegni con i Venomous Concept, Napalm Death e Brutal Truth?

Non abbiamo pianificato un tour troppo intenso anche se abbiamo appena concluso 19 date in Europa, che sono andate molto bene. Quando possiamo e quando ci sentiamo ispirati, macineremo tutti!

Puoi introdurci il nuovo album in poche parole?

Pazzo e folle – umoristico ma serio – punk rock dritto al punto senza mezzi termini.

Il titolo dell’album “Kick Me Silly – VC III” è abbastanza curioso, puoi dirci di più?

Sono sicuro che Kevin ed io abbiamo interpretazioni differenti a riguardo ma penso che quando stai soffrendo, ci siano diversi livelli di dolore. Quando arrive al punto di diventare isterico, con gli occhi completamente persi nel vuoto, forse anche stupido, ridendo di ciò che succede, allora quello è il punto in cui il dolore della realtà non fa più male. Forse riguarda la realizzazione terapeutica che la vita non può andare peggio di così o che devi semplicemente accettare le stronzate di questo mondo.

Cosa puoi dirmi invece dell’artwork, molto divertente.

Quel tipo si chiama OOK. OOK è l’amministratore del Rumore. E’ la nostra mascot e metafora di tutti I nostri demoni interni. Non si beve nessuna stronzata e se gli tiri un brutto scherzo, ti lascerà in un bagno di sangue a terra. Lo riconosci dal suo Sony Walkman che spara copie registrate di dischi hardcore punk rock di metà anni 80. Il mondo ha bisogno di OOK ora più che mai!

Pensi che ci sia un brano più rappresentativo di altri nell’album?

Mi piacciono un sacco di brani per diverse ragioni ma penso che il mio preferito sia Farm Boy. Penso sia un passo in una buona direzione per I Venomous Concept.

Questo è il primo album per Season Of Mist. Cosa puoi dirmi della scelta di questa etichetta?

A Michael è piaciuto l’album e abbiamo pensato, perchè no? Avevamo bisogno di un po’ di hardcore punk vecchio stile per livellare tutto quell black metal ahah. OOK è più black metal di tante di quelle band!

Pensate di tornare in Italia a breve?

Il tour è andato molto bene, anche lo show che abbiamo tenuto in Italia e penso che torneremo come un’irritazione cutanea entro la fine dell’anno!

Dopo questo album pensate di scomparire per altri otto anni o pensate invece di intensificare l’attività con I Venomous Concept?

Penso scompariremo per sette anni e poi riappariremo per un solo anno ahahah. No scherzi a parte, penso che registreremo un nuovo album prima di quello che la gente può pensare.

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login