DGM: Intervista a Titta Tani

Un gentilissimo, loquace e “senza peli sulla lingua” Titta Tani ha risposto ad alcune nostre curiosità riguardanti i DGM ed il loro recente e convincente ‘Misplaced’:

Ciao ragazzi, so che avete iniziato un’intensa attività live di supporto all’ottimo ultimo nato in casa DGM, ‘Misplaced’. Immagino crediate molto nel buon lavoro svolto, siete soddisfatti del risultato finale?

Grazie per il "buon lavoro svolto" significa che abbiamo colpito nel segno…..siamo soddisfatti né più né meno delle precedenti uscite, perché i "figli" sono sempre “piezz’ e core” (risate, N.d.A.). Il lavoro che svolgiamo su ogni disco è sempre, per noi chiaramente, al top….il culo è sempre lo stesso, probabilmente più vai avanti e più risulta facile, non sempre ma è facile….la passione che mettiamo in ogni canzone è palese ed il risultato che ci viene dai fan e dai media è il risultato più bello che uno può avere….in questo periodo dall’uscita del disco abbiamo fatto un po’ di apparizioni live, tutte con ottimi risultati di presenza e coinvolgimento, come al Sitting Bull, alla Sfinge, al New Breed o al Rock Planet in compagnia dei Vision Divine che salutiamo caldamente. I pezzi di ‘Misplaced’ in sede live vanno una meraviglia ed anche quelli tratti da ‘Hidden Place’ e ‘Dreamland’…comunque il 21 gennaio 2005 suoneremo come headliner in compagnia dei Mind Key ed i Marshall, all’Oddly Shed di Caserta quindi non mancate!!!

A tal proposito so che è difficile per le band, soprattutto underground, riuscire a suonare dal vivo: mi confermi questo triste dato?

Diciamo che niente è facile, suonare live è una di queste…ci sono troppi problemi legati ai concerti. Si possono svolgere solo il venerdì o il sabato per problemi legati all’affluenza, pochi fanno il discorso di qualità l’importante è che il locale non ci rimetta e non capiscono cosa sta dietro ad un gruppo che deve suonare live: le prove, i viaggi, le spese…..poi alla fine lo fai perché se non fai così non effettui una promozione adeguata al disco che è “tutto”…oppure incontrare tutta quella gente che ti dimostra un affetto incredibile, sicuramente non è bello lasciarli a bocca asciutta! Quindi ti devi piegare…non troppe volte, ti dico la verità, ma ogni tanto…

Avete a mio modo di vedere snellito il sound senza perdere un’oncia di potenza ed appeal: non vi riconoscevate più nella musica “complicata” di ‘Hidden Place’?

Ci riconosciamo tutt’ora in quel sound…noi fondamentalmente siamo un gruppo di "prog’n’rollisti", abbiamo il genere nel nostro background. Questo disco è uscito così, molto "straight-forward" non aveva bisogno di parti cervellotiche od altro che magari sarebbe stato elemento di distrazione vista la fluidità delle canzoni stesse…questo è un disco da "bere".

Si può notare un’ulteriore evoluzione a livello tecnico: continuate tutt’ora a “studiare” sugli strumenti o è solo l’esperienza che vi ha fatto progredire?

Non si finisce mai di imparare…bisognerebbe avere a disposizione due vite: una per imparare ed una per mettere in pratica…forse un’altra vita ci vuole, altrimenti non si scopa mai ma si studia e basta eh eh. Io vado a lezione di canto, Andrea di basso, Fabio Sanges si allena di continuo come Fabio Costantino e Diego . Non per essere i "mostri che non ci sentiamo" di turno ma sono lezioni per progredire a livello personale e non per la tecnica fine a se stessa…poi l’esperienza ti aiuta in alcuni frangenti soprattutto in sede live.

Le vostre preferenze nel panorama hard n’ heavy attuale?

Angra, Symphony X, Ark…ma vince Jorn Lande su tutti…l’ultimo suo album è veramente da masturbazione giornaliera!!! A livello personale ci metto anche i Nile con cui mi sveglio ogni mattina!!!!!!

E la scena italiana?

Non sono nella nostra play-list giornaliera ma ascoltiamo con piacere i Vision Divine, i Necrodeath, i NODE, i Soul Takers ed un gruppo interessante che ha aperto un paio di nostri concerti, gli Event Horizon.

Come vedete alla luce del livello raggiunto oggi i Vs. precedenti lavori?

Li vediamo come una crescita stilistica sempre maggiore, anno dopo anno, avendo la fortuna di essere apprezzati da un maggior numero di persone e dai media . A distanza di tempo è sempre una goduria sentire ‘Dreamland’, ‘Hidden Place’ ed il più vecchio ‘Wings Of Time’…ed è una GODURIA maggiore quando la gente ti richiede ai concerti le canzoni contenute in questo o in quell’altro album!!!

Collaborate ormai da qualche tempo con la Scarlet: siete soddisfatti del lavoro svolto e come si era concluso il rapporto con la Elevate?

Della sopracitata El…..non ne vorrei parlare perché si è comportata con noi e, non solo con noi, in una maniera al limite della “bastarderia”…ma un giorno o l’altro speriamo di avere un faccia a faccia con i responsabili falliti della El…..!! La Scarlet è veramente un discorso a parte e non lo dico perché ne facciamo parte (ancora per poco quindi non ci sono leccate di culo) ma abbiamo trovato o meglio ho trovato, visto che sono l’interlocutore maggiore, in loro un fare veramente professionale ed amichevole…conta che comunque ci sentiamo per telefono una volta a settimana ed è veramente difficile per un gruppo avere questi rapporti privilegiati quindi significa che noi non siamo rompicoglioni e loro non sono stronzi…qualunque problema abbiamo avuto lo hanno risolto alla velocità della luce e quindi un plauso a Stefano, Filippo, Daniel e Marco!!!

Progetti per il futuro?

Per adesso non abbiamo nulla in cantiere oltre che suonare live il più possibile, poi con l’arrivo del nuovo anno si vedrà!!! Comunque invito tutti a tenersi aggiornati con il nostro sito oppure sul mio sito personale dove potrete trovare notizie fresche sui Necrophagia, Daemonia ed Astra. DGM

Titta Tani

alberto.capettini

view all posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login