Carnal Forge: Thrashing Rage – Intervista a Jari Kuusisto

Due chiacchiere con un carico e disponibile Jari Kuusisto, chitarrista dei Carnal Forge, che fa un po’ il punto della situazione dopo l’uscita di un nuovo album e di un DVD live, tutto all’insegna della più intransigente aggressività thrash.

Complimenti per il disco, bella mazzata nei denti. Soddisfatti del lavoro? Parlacene un po’.

"Beh, che dire, siamo molto soddisfatti del lavoro, è probabilmente il nostro album più dinamico, c’è più aggressività, più compattezza, anche a livello chitarristico ci sono riff più taglienti e aggressivi, sono molto soddisfatto. "

Avete anche prodotto il lavoro, come è stata l’esperienza?

"Beh, in realtà ci siamo prodotti da soli tutti i nostri lavori. ‘Aren’t You Dead Yet’ è la naturale prosecuzione di ‘The More You Suffer’ a livello musicale. Come scelte di produzione però abbiamo preferito dare un suono più grezzo e tagliente. Il nostro album precedente aveva forse una produzione troppo pulita che lo penalizzava un po’ a livello di dinamiche, mentre questo nuovo trovo suoni veramente killer! "

E’ il vostro quarto lavoro per la Century Media, com’è lavorare con loro? Hanno un bel rooster di gruppi thrash, voi, i Watch Them Die, l’imminente reunion dei The Haunted…

"Beh, naturalmente siamo molto soddisfatti del loro lavoro, ci stanno supportando moltissimo. Trovo che stiano un lavoro molto importante con vari gruppi thrash, è importante che supportino il genere- "

In effetti si parla molto di un ritorno del thrash? Cosa ne pensi delle reunion di gruppi storici come Death Angel e Exodus?

"Beh, è grandioso, sono i gruppi che ci hanno ispirato, e trovo che abbiano fatto entrambi degli ottimi lavori, sarebbe molto bello poter suonare in giro con loro. "

Parlando di gruppi thrash storici, cosa ne pensi di ‘St. Anger’?

"Vuoi una risposta onesta? Mi ha fatto veramente schifo, penso sia il peggior album che ho mai ascoltato. Mi spiace dirlo perché sono un grandissimo fan dei Metallica anni ’80, ma questo ultimo loro lavoro proprio non l’ho digerito. "

E ultimamente che cosa ascolti?

"Beh, sinceramente ascolto molto poco i gruppi nuovi, non seguo molto le mode. Preferisco ascoltarmi del thrash degli anni d’oro, Slayer, Exodus, Testament… "

Siete sempre andati dritti per la volta strada, mai pensato di integrare influenze diverse, dopo 5 album? Vi interessa suonare solo thrash o lo fate perché è quello che il pubblico si aspetta da voi?

"Beh, in realtà questa è la musica che ci piace suonare, personalmente ha tutto quello che mi piace, veloce, intensa, e mi mette alla prova dal punto di vista tecnico, come Carnal Forge non vorrei mai suonare niente altro! Non è che vogliamo fare lo stesso disco, cerchiamo con il tempo di affinare la nostra musica e di migliorarci, e di trovare modi differenti per suonare. Poi tutti noi abbiamo dei side project dove suoniamo musica leggermente differente, io per esempio suono anche in un gruppo che fa metal un po’ più classico, e in un altro che fa thrash stile metallica anni ’80." (beh, complimenti per la fantasia!)

I vostri testi riflettono le classiche tematiche thrash molto aggressive e truculente, però ce ne sono alcune che hanno un mood veramente depressivo, come ‘Decades Of Despair’, ‘My suicide’, ‘Totally Worthless’, e c’è anche un testo che parla di droga, ‘Burn Them Alive’. E’ un tentativo di uscire, almeno nei testi, dai canoni di genere?

"Beh, per quanto riguarda i testi molto neri e depressivi sono sentimenti che tutti noi proviamo a volte, per cui ci è sembrato naturale parlarne anche nelle nostre canzoni. Certo poi i testi aggressivi meglio si adattano al genere di musica che suoniamo, ma sarebbe limitante pensare a musica e testi come un pacchetto unico. Di certo non ci metteremo a scrivere canzoni che parlano di prati fioriti, ma ci fa piacere anche tirare fuori temi un po’ più realistici, che ci toccano da vicino, e dei quali in pochi hanno voglia di parlare. "

Andrete in tour adesso?

"Si, stiamo organizzando un tour europeo per agosto. Saremo di supporto a qualcuno ma per ora non siamo sicurissimi per cui non ti dico nulla, aspettate le notizie ufficiali! Abbiamo anche appena pubblicato un DVD live, che contiene parecchio materiale live, ed inoltre molti bonus girati nel backstage, trovo che sia stato realizzato molto bene. Check it out! "

CARNAL FORGE – Aren’t You Dead Yet? – Recensione

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login