Demons & Wizards: L’intervista e i fan in delirio!

L’intervista e i fan in delirio! Ecco le fotografie scattate durante la visita di Jon Schaffer e Hansi Kursch al nostro stand, che nel frattempo è stato preso d’assalto da orde di fan dei DEMONS & WIZARD assetati di un autografo dei loro idoli! Alcuni brevi estratti dalla conferenza dei DEMONS AND WIZARDS, in attesa della pubblicazione integrale che avverrà nei prossimi giorni. (Jon Schaffer): “Il tour sta andando bene, anche se naturalmente questa è solo la nostra terza data. Comunque cercheremo di suonare il più possibile: ad esempio ad Agosto saremo al Wacken, nonostante per questo sia costretto a sospendere i lavori del nuovo Iced Earth”. (Hansi Kursch e Jon Schaffer): “Si, naturalmente abbiamo ancora intenzione di tornare a lavorare assieme, ma non a breve, per via degli impegni con le nostre band. Comunque i Demons & Wizards avranno certamente un futuro”. (Hansi): “No, non suoneremo pezzi di Guardian ed Iced Earth perché sono canzoni molto complesse, e abbiamo bisogno di lavorarci con calma, cosa che per ora non abbiamo potuto fare. Però in futuro puoi contare che lo faremo! In compenso questa sera suoneremo il set dei Demons & Wizards, più qualche piccola sorpresa!” (Hansi): “Il progetto dei Blind Guardian riguardante il film ‘Il Signore Degli Anelli’ è ormai definitavemente sepolto. Purtroppo ci avrebbe tolto troppo tempo per la registrazione del nuovo disco – che uscirà nel 2001 – e soprattutto non avevamo assolutamente la certezza che avrebbero scelto il nostro materiale”. (Hansi e Jon): “E’ vero che abbiamo un background leggermente diverso, con Jon più legato al metal degli anni ’80 ed io all’hard dei seventies… Ma non siamo per niente distanti, visto che comunque anche a lui piacciono i classici più vecchi, e io stesso adoro band come Iron Maiden, Queensryche, Savatage… E’ tutto parte di noi!” (Jon): “Non penso che le giovani generazioni americane siano rappresentate solo dalla musica di Korn e Limp Bizkit. C’è ancora gente che cerca l’intrattenimento, e non ha voglia di sentire quanto è fottuta la sua vita… il problema è riuscire a raggiungere quei giovani, ma sento che negli States qualcosa si sta muovendo!” (Hansi): “Internet è sicuramente una cosa importante per le nuove band, perché permette loro di trovare una maggiore esposizione”. (Jon): “Sul caso Napster sono decisamente dalla parte dei Metallica. Hanno ragione, e la cosa è indiscutibile!” (Hansi): “E’ vero che le case discografiche sono quelle che più guadagnano dalla vendita dei CD, ma in fondo è sempre stato così. D’altronde sono loro a rischiare di più, e ci sono così tante etichette che falliscono. Il problema è che purtroppo oggi ci sono troppe uscite, troppi dischi che escono… E in questo contesto per le band più giovani è difficile farsi notare. E’ vero anche che oggi ci sono troppi gruppi uguali ad altri, ma ciò è dovuto soprattutto al fatto che nelle case discografiche ci lavora molta gente incompetente, che non si rende conto di chi vale veramente e chi no”. La playlist di Jon e Hansi! Jon: Pink Floyd – The Wall Jethro Tull – J-Tull Dot Com Iron Maiden – Brave New World Pink Floyd – Dark Side Of The Moon Judas Priest – Painkiller Hansi: Jethro Tull – The Broadsword And The Beast Iced Earth – The Dark Saga Iron Maiden – Piece Of Mind Ac/Dc – Back In Black Genesis – The Lamb Lies Down In Hollywood

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login