Bury Tomorrow: "The Union of Crowns" Intervista

Bury Tomorrow: “The Union of Crowns” Intervista

Bury Tomorrow

Il panorama britannico negli ultimi anni si sta dimostrando fucina di talenti e band di buon livello soprattutto in ambito metalcore, quale occasione migliore dell’uscita del nuovo album “The Union of Crowns” per tastare il polso di una delle band simbolo di questo panorama?

Salve ragazzi, il vostro nuovo album “The Union of Crowns” è da poco uscito sul mercato, siete eccitati da questa nuova release? Come stanno reagendo i fans?

Siamo stati letteralmente spazzati via dalla risposta positiva dei fans fino ad ora. I ragazzi amano ciò che abbiamo cercato di fare e questo ovviamente ci rende molto felici, non vediamo l’ora di andare in tour e suonare le nuove tracce davanti a tutti.

Per quanto ne sappiamo è stato abbastanza difficile pubblicare questo album, è stato rimandato diverse volte perché cercavate una label che lo distribuisse e promuovesse. Siete contenti di quanto fatto fino ad ora dalla Nuclear Blast?

Non potremmo essere più felici, alla Nuclear Blast hanno voluto essere coinvolti sin da quando hanno ascoltato il primo demo, prima della produzione, prima ancora delle vocals. Abbiamo sempre desiderato avere a che fare con persone che avessero fiducia nella nostra band, ciò è stato chiaro fin dall’inizio e sapevamo di essere come a casa nostra.

Come è uscito fuori il titolo “The Union of Crowns”? “ The Maiden”, “Message to a King”, “Knight Life”, “ Royal Blood” e quasi tutte le altre canzoni hanno a che fare con “Corona” o “Monarchia”, c’è per caso un concept alle spalle?

Abbiamo voluto essere certi che tutti sapessero che siamo “British”. L’Unione delle Corone  fu il trattato che riunì i popoli insieme e diede vita alla Gran Bretagna. Ci è sembrato talmente azzeccato che è stata una scelta molto semplice e chiara. Dopo aver trovato il titolo abbiamo voluto che il tema ricorresse per tutto il resto dell’album, i titoli quindi hanno a che fare con la singola traccia, ma anche con tutto il lavoro nel suo insieme.

Cosa pensate della scena Metalcore? Sia quella Britannica che mondiale.

Il mondo del Metalcore negli ultimi anni non è stato dei migliori. Ci sono ogni giorno centinaia di bands che escono fuori con nomi che vengono facilmente dimenticati e canzoni che facilmente altrettanto  finiscono nel dimenticatoio. Nel Regno Unito c’è una fervente rinascita di gruppi Metalcore, uno stile più crudo, aggressivo, più focalizzato “and a lot more fucking metal”. Noi facciamo parte di questo movimento, al pari di Bleed From Within e While She Sleeps. Il Metalcore Britannico è in fase crescente e non passerà molto tempo prima che il resto del mondo cercherà di ottenere il sound BMC.

Ci sono milioni di gruppi che suonano Metalcore in tutto il mondo, tutti hanno qualcosa in comune, alcune caratteristiche che appartengono al genere, quindi perché qualcuno dovrebbe ascoltare i Bury Tomorrow piuttosto che altri?

Noi siamo una band che predilige la dimensione live, scriviamo canzoni e registriamo video in modo tale da poter suonare sempre davanti ad un crescente numero di persone. Non facciamo nulla sul cd che non sia reale, che sia editato o fabbricato. Se lo ascolti sul cd sai che dal vivo ascolterai esattamente la stessa cosa. Troppe bands fanno affidamento su trucchetti da studio per rendere migliore l’album, noi non siamo tra queste. Siamo una band Metal con il cantato, non una pop band con breakdowns.

Come descrivereste il vostro sound? Qual è la caratteristica principale? Voglio dire…Sto ascoltando la radio, passano una vostra canzone…c’è un dettaglio riconoscibile che mi farebbe esclamare “ È una canzone dei Bury Tomorrow!”

Scriviamo canzoni come una band Metal ed il cantato si basa sulla musica Rock, in ogni cosa che scriviamo vogliamo mantenere inalterato il lato alternativo. Ti rendi conto che si tratta di una canzone dei BT perché francamente le linee vocali di Dani e Jason sono uniche, non le puoi ascoltare da nessun’altra parte. Vogliamo fare musica estrema con il cantato, non ascolterai mai dance beats oppure interludi EDM sui nostri CD.

Avete girato molto con band come Otep, While She Sleeps, Of Mice & Men ed altre, a voi personalmente con chi piacerebbe partire in tour?

Il nostro sogno sarebbe suonare con gli Slipknot, sarebbe proprio il picco, la vetta più alta da raggiungere! Ci piacciono molto anche i Parkway Drive, che finiscono quindi sulla nostra lista, al momento ascoltiamo molto anche gli Hellyeah, quindi anche con loro ci piacerebbe condividere il palco.

Siete stati definiti dalla Nuclear Blast come una delle band più stimolanti del circuito, avete fans sparsi in tutto il mondo, sentite qualche tipo di pressione addosso?

Assolutamente no. I nostri fans sono nostri perché li abbiamo incontrati, hanno parlato con noi, ci conoscono. Cerchiamo di incontrare/parlare con ognuno dei nostri fans, così che sappiano bene chi siamo e cosa riceveranno da noi. I critici possono dire ciò che vogliono senza riguardi, noi ci preoccupiamo solo ed esclusivamente dei nostri fans. Sono loro la ragione per la quale siamo qui. Hanno fiducia in noi e ad essere onesti crediamo che ci seguirebbero in ogni nostro viaggio musicale, non li porteremmo mai troppo lontano.

Grazie mille per le vostre parole, speriamo  di vedervi presto suonare in Italia, ma nel frattempo cosa volete dire ai fans italiani?

Ci vediamo in autunno con Bleed From Within e Crossfaith. Keep it Mosh!

Altro...

Lascia un commento

Login with Facebook:
Login