Genere: Viking Metal

Manegarm – Recensione: Ynglingaättens Ode

Dopo l’ottimo “Fornaldarsagor”, uscito tre anni fa, tornano i Månegarm, tra i maggiori alfieri del sound Viking/Folk. “Ynglingaättens Ode” è un album che come i precedenti lascia da parte, se non per piccole apparizioni, il black e la ferocia delle origini, sostituendoli con maggiore atmosfera, comunque non perdendo...

Thyrfing – Recensione: Vanagandr

L’attesissimo album dei Thyrfing vi porterà in un mondo lontanissimo fatto di biondi guerrieri, drakkar che solcano fiordi ghiacciati e battaglie tra uomini, dei e giganti; lasciatevi quindi condurre dalla rude voce di Jens Rydén in questo viaggio senza troppo concentrarvi sulla bravura degli artisti, non vi preoccupate...

Frozen Crown – Recensione: Winterbane

Thy winter kingdom! Benvenuti nel regno di ghiaccio, signore e signori. Il 23 aprile 2021 sotto etichetta discografica Scarlet Records uscirà “Winterbane“, il nuovo album della giovane band power metal Frozen Crown, che dal 2018 si è fatta conoscere non solo nel suo paese d’origine, ovvero in Italia,...

Einherjer – Recensione: North Star

Gli Einherjer pur essendo in giro ormai dal 1993 non sono mai stati considerati una band di primissima fascia nel Viking, pur avendo sempre prodotto album ottimi e con anche discreto successo. In questo disco, ripuliscono il genere da alcuni fronzoli etnici che ormai riempiono moltissimi album con...

Helheim – Recensione: Rignir

Strano gruppo, gli Helheim. Fondati a Bergen, nota città in Norvegia per ospitare una buona parte di gruppi black metal provenienti da quel paese, specialmente la variante più musicale ed eterogenea (Takke, Borknagar, Vulture Industries, Burzum), il gruppo registrò quella pietra militare che era il loro debutto, “Jormungand”,...

Skalmold – Recensione: Sorgir

Partono convinti gli Skálmöd, iniziano a picchiare concreti con “Ljósið”. Manciata di minuti che danza tra Viking e Death Metal melodico (decisamente dai tratti anni ’90), dal coro interessante e dal discreto appeal epico. La successiva “Sverðið” dimezza i tempi e sembra voler citare “da lontanissimo” un certo...

Enslaved – Recensione: E

Nuclear Blast licenzia “E”, quattordicesimo album in studio degli Enslaved e nuovo tassello di un percorso discografico privo di cedimenti. “E” deriva dalla lettera dell’alfabeto latino e dal suo corrispettivo runico Ehwaz, che a sua volta sta ad indicare il cavallo e il suo significato simbolico di fiducia...