Genere: Punk Rock

Rose Tattoo – Recensione: Outlaws

Torna in studio la leggendaria band australiana, che celebra i 42 anni dal debutto discografico con questo “Outlaws”, che altro non è che la riproposizione, per l’appunto, del loro disco d’esordio, risuonato dall’attuale formazione (unico superstite da allora il cantante Angry Anderson) con la scaletta modificata e l’inserto...

Torche – Recensione: Admission

Semplici, essenziali e minimalistici e diretti. Forse pure troppo. I Torche furono il tipico esempio di gruppo musicale che fu eccessivamente sovraesposto nella decade precedente. Furono decantati dalla stampa “alternativa” statunitense come un gruppo capace di usare l’accordatura baritona in La e la potente distorsione dello stoner/doom metal...

Therapy? – Recensione: Cleave

Non riesco a farmi piacere la trap, e credetemi, posso dire di averci provato. Purtroppo certi stili sono generazionali ed è giusto che ognuno si ricordi (e si vergogni, nel caso) delle canzoni ascoltate a quindici anni. Io, ad esempio, da qualche parte in casa conservo un santino di Giovanni Lindo Ferretti....

Supersuckers – Recensione: Suck It

Se non vi piacciono i Supersuckers allora non vi piace il rock n’ roll, bastano queste poche parole dette dal mitico Lemmy Kilmister dei Motorhead per riassumere brevemente l’essenza della formazione di Tuscson. Una band quella dei Supersuckers che si è formata nel lontano 1988 con il monicker...

The Sade – Recensione: Grave

In bilico tra punk, rock, metal e un animo dark figlio dei Misfits e (soprattutto) di Glenn Danzig, i padovani The Sade tornano sul mercato discografico con “Grave”, terzo studio album della band veneta. Dopo le ottime intuizioni messe in luce dal precedente “II”, il vocalist/chitarrista Andrew Pozzy,...

Sumo Cyco – Recensione: Opus Mar

Nel gran numero di band che giornalmente appaiono nel mercato musicale di oggi, è endemico che alcune realizzino opere “migliori” di altre (con tutto il dibattito che questo termine possa portare con sè in termini di criteri di valutazione); ma il punto di partenza è sempre la presenza...

Counterfeit – Recensione: Together We Are Stronger

Finalmente l’attesa è finita e possiamo gustarci l’album di debutto della formazione inglese dei Counterfeit. Il gruppo è capitanato dal talentuoso attore/modello Jamie Campbell Bower che molti di voi ricorderanno in film come “Rockarolla”, “Sweeney Todd”,  “Twilight” e “Shadowhunter- La Città Di Ossa” accompagnato dal fido fratello Sam...