Genere: Progressive Rock

Lalu – Recensione: Paint The Sky

Il tastierista francese Vivien Lalu, oltre ad essere figlio d’arte, è da qualche anno uno dei musicisti più interessanti dell’underground progressive metal europeo e arriva al fatidico traguardo del terzo album cambiando per la terza volta etichetta discografica, approdando dopo Lion Music e Sensory al vanto nazionale Frontiers...

Leprous – Recensione: Aphelion

Col senno di poi, il giudizio dato a “Pitfalls” era stato un po’ troppo generoso, non per la qualità intrinseca dell’album bensì per una svolta stilistica un po’ troppo ardua, che tagliava i ponti col passato in maniera forse fin troppo nettapur essendo la fotografia di un periodo...

Baro Prog-Jets – Recensione: Utopie

Verso la metà degli anni 70 Baro (al secolo Alberto Molesini), fin dalla sua adolescenzi, inizia ad assorbire la musica ascoltata dal fratello maggiore Gianguido, tastierista: Genesis, King Crimson, Yes, Pink Floyd, ELP, Frank Zappa, e poi gli Yes dell’adorato Chris Squire, che lo porta a dedicarsi al...

Goad – Recensione: La Belle Dame

Il legame profondo fra letteratura e musica rock in generale è un dato di fatto accertato ormai da molti anni. Se partiamo da questo presupposto, è facile inquadrare e capire fin da subito il nuovo capitolo della storia dei Goad. Questo nome, forse, è sconosciuto a chi non...