Genere: Prog Rock

Karmakanic – Recensione: Dot

Desta sempre curiosità e interesse un’uscita dei Karmakanic, strana creatura con il suo prog rock romantico e fuori del tempo. Nata nel 2002 e capace di riemergere con album o EP ogni due/tre anni, porta l’inestimabile valore aggiunto di Göran Edman e riesce sempre ad affascinare: “Dot” non...

Rush – Recensione: R40 Live

A chi non è propriamente un fan un’ennesima uscita dal vivo targata Rush potrebbe sembrare un’aggiunta di poco conto, ma per il, relativamente, ristretto club degli amanti di un certo modo di far musica non è sarà mai così. Vi basterà una piccola ricerca su internet per scoprire...

Niacin – Recensione: Krush

Dopo alcuni anni di silenzio discografico tornano i funamboli del prog Niacin, trio composto dal co-fondatore dei Mr. Big Billy Sheehan al basso, il fu bambino prodigio della batteria Dennis Chambers (già con Parliament/Funkadelic, Scofield, Santana, McLaughlin e Mike Stern) e John Novello alle tastiere e Hammond B3, strumento da...

Cynic – Recensione: The Portal Tapes

Esce a nome Cynic, ma “The Portal Tapes” è in realtà il già noto demo confezionato a metà anni novanta come Portal che però non riuscì ad attirare l’attenzione delle case discografiche, rimanendo di fatto un inedito di lusso. Giudicare un prodotto come questo completamente decontestualizzato non è...

Dark Suns – Recensione: Orange

Nuovo disco per i tedeschi Dark Suns: mentre con il malinconico “Existence” (2005) si esploravano ambienti sonori alquanto oscuri e con l’impegnativo “Genuine Grave Human” (2008) si dava fondo alla sperimentazione più cervellotica, in quest’ultimo lavoro l’orientamento compositivo è indubbiamente quello del rock, termine da intendersi in questo...