Genere: Post Black Metal

Numenorean – Recensione: Adore

Un nome che fece tanto discutere negli anni passati furono i Numenorean. Il gruppo canadese fa quel tipo di rock psichedelico con distorsione catartica, performance batteristiche piene di vigore e urla piene di riverbero (e prive di controllo) che viene definito quasi sempre con l’etichetta “post-black” o black...

Ellende – Recensione: Lebensnehmer

Il black metal è un genere che storicamente ha saputo adattarsi a differenti contesti e aree geografiche, incontrando spesso il folclore locale e altri universi musicali. La sua prerogativa è stata quella di farli propri generando degli ibridi davvero notevoli, tra i quali, oggi pare avere parecchio respiro...

Carpe Noctem – Recensione: Vitrun

I Carpe Noctem sono un segnale di quanto la scena estrema islandese non sia soltanto in ottima forma, ma abbia sviluppato dei tratti caratteristici interessanti e quasi esclusivi. “Vitrun” è il secondo album in studio del five-piece di Reykjavik e presenta nuovi e più affinati elementi rispetto al...

Alcest – Recensione: Les Voyages De L’Âme

Dopo un esordio eccellente come “Souvenirs D’Un Autre Monde” (2007), seguito da “Écailles De Lune” (2010), le aspettative verso questo “Les Voyages De L’Âme” non potevano che essere altissime. A differenza dei precedenti due album questo lavoro è decisamente più intellettuale e meno d’impatto, a tratti difficile da assaporare,...

Alcest – Recensione: Ecailles De Lune

A tre anni di distanza dal superbo “Souvenirs D’Un Autre Monde”, gli Alcest dell’eclettico Neige (musicista francese presente in numerosi progetti dediti a vari risvolti del black metal), tornano sul mercato discografico con “Ecailles De Lune”. Il precedente album aveva riscosso numerosi consensi non solo grazie all’originale commistione...