Genere: Melodic Rock

Hardline – Recensione: Danger Zone

Nel 1992 l’album d’esordio degli Hardline fu uno degli ultimi spiragli di luce che si poté ammirare nel meraviglioso cielo ‘class & melody’ che da lì a poco finì offuscato dall’avvento del grunge. “Double Eclipse”, magistrale esempio di hard rock deluxe a stelle e strisce, nel corso degli...

Hydrogyn – Recensione: Private Sessions

Ecco arrivati alla terza uscita discografica gli Hydrogyn, guidati dall’avvenente Julie Westlake, punta di diamante di un combo che certo non si distingue per originalità, inserendosi in quel filone delle female fronted band che fanno ben poco per andare oltre ad un hard rock arrabbiato non troppo, limitandosi...

Trixter – Recensione: New Audio Machine

Fa ormai sorridere ripensare alle dichiarazioni di certa stampa specializzata che, all’indomani dell’ascesa dei Trixter all’interno della scena rock statunitense, affibbiò con ammirabile disinvoltura l’etichetta di ‘nuovi Skid Row’ alla band che dopo una lunga gavetta si guadagnò momenti di gloria pubblicando su major due notevoli release (“Trixter”...

Tyketto – Recensione: Dig In Deep

Il tanto atteso e sognato comeback della band nella line up originale è finalmente diventato realtà a diciotto anni di distanza da “Strenght In Numbers” che finora risultava essere l’ultimo parto discografico con Danny Vaughn dietro al microfono. “Dig In Deep” segna un ritorno sulle scene che probabilmente...

Romeo’s Daughter – Recensione: Rapture

Sono passati diciannove lunghi anni da quando i Romeo’s Daughter uscirono silenziosamente di scena mentre l’ondata nera del grunge stava rovinosamente seppellendo tutte quelle realtà musicali che fino a qualche tempo prima brillavano d’immenso come stelle lucenti nel firmamento del rock di classe. Ora i tempi bui sono...