Genere: Melodic Hard Rock

Cats In Space – Recensione: Atlantis

Abbiamo già parlato in termini più che entusiastici dei Cats In Space, pomp rockers inglesi, nati nel 2015 ed autori, circa due anni fa, di un quasi capolavoro chiamato “Daytrip To Narnia”, che andava a perfezionare un discorso musicale già ben espresso con l’esordio “Too Many Gods”, e...

Alien – Recensione: Into The Future

Settimo album per i veterani Alien, che quasi 35 anni dopo la nascita della band si fanno apprezzare per la loro capacità di affrontare con energia e convinzione melodic hard rock, alternando su “Into The Future” passaggi più ruvidi e pezzi che, invece, riecheggiano l’AOR più classico, i Journey su...

Stan Bush – Recensione: Dare To Dream

Questa recensione potrebbe essere terribilmente breve: Se volete tornare per 50 minuti negli anni ottanta, premete play e partite insieme a Stan Bush verso “Dare To Dream”. Mister Bush è un pluripremiato ed acclamato compositore, attivo da quasi quarant’anni, come scrittore per altri artisti, apparso in famose colonne...

IT’sALIE – Recensione: Lilith

Giorgia Colleluori è una delle grandi scoperte musicali degli ultimi anni, una voce hard rock intensa, passionale e trascinante, e se artisti come Fabio Lione e Mat Sinner decidono di puntare su di lei, abbiamo davanti a noi un talento che va assolutamente valorizzare e di cui bisogna...

Black Rose Maze – Recensione: Black Rose Maze

Frontiers Music ha in questi anni contribuito a ridefinire la missione di una “casa discografica”: partendo dal tradizionale business della pubblicazione/distribuzione di nuovi lavori, l’etichetta con sede a Napoli è infatti diventata – complice l’indiscussa credibilità costruita negli anni – un crocevia di contaminazioni e collaborazioni, molte delle...

Arctic Rain – Recensione: The One

C’è sempre una certa curiosità nell’apprestarsi ad ascoltare una nuova uscita di rock scandinavo: il nostro cervello ragiona per schemi mentali e, sempre attirato dalla possibilità di risparmiare preziose energie affidandosi ai ricordi, l’accostamento di queste latitudini a canzoni patinate ed eleganti ci coccola, culla e rassicura. Se...

Vandenberg – Recensione: 2020

Archiviati gli interessanti Moonkings, Adrian Vandenberg (storico partner di David Coverdale negli Whitesnake a cavallo tra gli anni ottanta ed i novanta) decide clamorosamente di tornare alle origini, all’hard rock classico e roccioso della sua band originale, appunto i Vandenberg, tre ottimi dischi,  l’omonimo debutto del 1982 (con...

Gotthard – Recensione: 13

Un album con sound decisamente moderno e tagliente, spesso aggressivo, che è in grado di affondare colpi affilati ma per un bel pezzo di strada rinuncia a quella sapiente miscela di sogno e melodia che hanno caratterizzato i Gotthard dei tempi migliori: questo è “13”. Un cambio di...