Genere: Melodic Hard Rock

Passion – Recensione: Passion

Ci sono le cose originali e le cose meno originali. E tra le cose meno originali, ci sono quelle fatte male, magari a tavolino, e quelle fatte con il cuore: è il caso, quest’ultimo, degli inglesi Passion, che propongono dell’hard rock melodico robusto e diretto, derivativo quanto si...

Revolution Saints – Recensione: Rise

Dietro al monicker dei Revolution Saints troviamo il super gruppo formato da Deen Castronovo (The Dead Daisies, ex componente dei Journey, Bad English), alla voce e batteria, Doug Aldrich (The Dead Daisies, Burning Rain, ex membro dei Whitesnake e Dio) alla chitarra e Jack Blades (Night Ranger) al...

Carl Dixon – Recensione: Unbroken

Dopo la ristampa dell’esordio solista “One”, l’etichetta AOR Heaven propone un lavoro nuovo di zecca firmato da Carl Dixon, frontman dei Coney Hatch con un passato anche in The Guess Who e April Wine: in “Unbroken” maneggia con la sicurezza del veterano una proposta musicale che, mettendo da parte...

Coreleoni – Recensione: II

A Leo Leoni il giochino chiamato Coreleoni deve essere piaciuto parecchio, al punto di bissare dopo due anni con un seguito chiamato semplicemente “II”. Grazie a lui, ad alcuni suoi vecchi amici ed all’ugola notevole di Ronnie “prezzemolo” Romero, ecco altri antichi classici tratti dai primi dischi dei...

Tony Mills – Recensione: Beyond The Law

Dieci ultime, nuove canzoni, per dire addio. Il cinquantaseienne inglese Tony Mills ha una solida storia fatta di sudore e buon hard rock melodico, forgiata nei suoi seminali Shy (“Excess All Areas” del 1987, grande disco!) e proseguita con numerosi progetti, una carriera solista sporadica ma presente (5...