Genere: Melodic Death Metal

Nightrage – Recensione: Wolf To Man

L’uomo al centro di tutto nel nuovo disco dei Nightrage. “Wof To Man” è il nuovo capitolo (l’ottavo) della band greco/svedese, che segue il precedente “The Venomous” uscito nel 2017. Guidati saldamente dal chitarrista Marios Iliopoulos i nostri seguono un solco di “sicurezza” compositiva, non spostando il tiro...

Children Of Bodom – Recensione: Hexed

A cavallo tra lo scorso e il presente decennio i Children Of Bodom si erano un po’ persi, rilasciando dischi non particolarmente incisivi e un po’ fotocopia l’uno dell’altro. Ecco però arrivare, quasi quattro anni or sono, la tanto gradita quanto ormai inaspettata riscossa con “I Worship Chaos”,...

Lahmia – Recensione: Resilience

A circa sette anni di distanza dal debut album “Into The Abyss”, un disco che piacque molto agli addetti ai lavori, tornano finalmente sul mercato discografico i capitolini Lahmia. “Resilience”, la seconda prova sulla lunga distanza della band, riprende il discorso esattamente dove si era interrotto ai tempi,...

Soilwork – Recensione: Verkligheten

Dopo l’interlocutorio “The Ride Majestic” c’era estrema curiosità nel testare lo stato di forma dei Soilwork, band sulla quale il colosso Nuclear Blast sta investendo notevolmente in termini promozionali. “Verkligheten” significa “Realtà” in svedese, un’entità che i membri della band cercano, attraverso questo lavoro, di rifuggire per una...

Skalmold – Recensione: Sorgir

Partono convinti gli Skálmöd, iniziano a picchiare concreti con “Ljósið”. Manciata di minuti che danza tra Viking e Death Metal melodico (decisamente dai tratti anni ’90), dal coro interessante e dal discreto appeal epico. La successiva “Sverðið” dimezza i tempi e sembra voler citare “da lontanissimo” un certo...