Genere: Industrial

Vnv Nation – Recensione: Transnational

Qualcosa sembra essersi inceppato nell’ingranaggio musicale dei VNV Nation.  Non fraintendeteci, il nuovo album “Transnational” non è assolutamente un brutto disco, si tratta di un platter in cui il trademark della band è riconoscibile al 100%, con quei suoni enfatici, luminosi e le vibrazioni positive. Tuttavia, complice forse...

Accessory – Recensione: Resurrection

Alla vigilia del ventesimo anniversario, i tedeschi Accessory tornano in scena con il nuovo studio album “Resurrection”. Dirk Steyer e Mike Koenigsberger partono naturalmente dall’EBM degli anni’90, un sound mantenuto durante le fasi salienti della propria carriera al quale si aggiunge un tocco abbastanza personale da vedersi in...

Herrschaft – Recensione: Les 12 Vertiges

Terzo album per i francesi Herrschaft, autori da oltre un lustro di un denso electro-industrial nel quale convivono l’aggressività alternative-metal e l’appeal commerciale di certa elettronica da dancefloor dark. “Les 12 Vertiges” rispetta e rincara le dosi tipiche del loro sound, superando di slancio il considerevole iato produttivo...

Amduscia – Recensione: Filofobia

“Filofobia”, nuova fatica degli Amduscia, è una sorta di punto zero per la band aggrotech messicana. All’inizio del 2012 uscì infatti “Death, Thou Shalt Die”, un album che proponeva ancora del materiale composto da Edgar Acevedo, prematuramente scomparso, arrangiato e completato dal fratello Polo. “Filofobia” rappresenta dunque il...

CygnosiC – Recensione: Fire And Forget

I greci CygnosiC celebrano, in occasione del terzo studio album “Fire And Forget”, una sincera devozione alle sonorità elettroniche degli anni’80, che in questa nuova prova in studio non è da vedersi soltanto nella riuscita cover di “Mad Desire” (celebre hit italo-disco di Den Harrow), ma nello svolgersi...