Genere: Industrial Rock

Gothminister – Recensione: The Other Side

Avete voglia di un ascolto disimpegnato, assolutamente privo di pretese artistiche e kitsch quanto basta? Benissimo, i Gothminister di Bjørn Alexander Brem fanno al caso vostro. Norvegesi di nascita ma tedeschi di adozione (visto il successo che ha riconosciuto loro la terra di Germania), i Gothminister da sempre...

Nine Inch Nails – Recensione: Add Violence

All’inizio doveva essere un nuovo disco, ma da Trent Reznor è lecito aspettarsi di tutto. E così, dopo l’Ep “Not The Actual Events”, uscito nel Dicembre dello scorso anno, Mr. Self-Destruct annuncia una trilogia di mini-album, di cui il nuovo “Add Violence” rappresenta il capitolo centrale. Inutile dire...

Pain – Recensione: Coming Home

Dopo aver unito le forze con Till Lindemann dei Rammstein nella buffonesca band omonima, Peter Tägtgren continua a dedicarsi alle sonorità industrial con i suoi Pain, progetto personale creato nel 1996 come semplice diversivo dagli Hypocrisy e arrivato oggi a venti primavere e otto album in studio, compreso il...

Mortiis – Recensione: The Great Deceiver

Sembra sia stato un parto tormentato quello di “The Great Deceiver”, nono album dei Mortiis inizialmente previsto per la fine di Gennaio e ora disponibile grazie a Omnipresence. “The Great Deceiver” è stato descritto dallo stesso Håvard Ellefsen come un arrivo all’Inferno e in effetti contiene parecchia rabbia,...

Megaherz – Recensione: Erdwärts

Giusto un anno fa, i tedeschi Megaherz tornavano in scena con “Zombieland”, nono studio album di questa band veterana dell’industrial rock/metal ma, ahinoi, sempre un gradino sotto a più blasonati colleghi come Rammstein e Oomph!, inevitabili metri di paragone all’ascolto di un album del collettivo di Monaco. Nonostante...

Marilyn Manson – Recensione: Mechanical Animals

Manson è morto, evviva Marilyn. Difficile per Brian Warner ripetere il successo di quell’”Antichrist Superstar” che lo consacrò definitivamente nell’Olimpo delle rockstar, ma ecco che nell’anno del Signore 1998 accadde qualcosa di inaspettato. Se “Antichrist Superstar” era la rabbia, la sporcizia, il nuovo “Mechanical Animals” è il glam,...