Genere: Industrial Rock

Skold – Recensione: Never Is Now

Tim Skold dai più viene ricordato per essere stato un componente della formazione dei Marilyn Manson, prima in veste di produttore del singolo “Tainted Love” nel 2001 e poi dall’anno successivo in forza nella band in veste di sostituto del dimissionario bassista Twiggy Ramirez fino al 2007, ma...

Gothminister – Recensione: The Other Side

Avete voglia di un ascolto disimpegnato, assolutamente privo di pretese artistiche e kitsch quanto basta? Benissimo, i Gothminister di Bjørn Alexander Brem fanno al caso vostro. Norvegesi di nascita ma tedeschi di adozione (visto il successo che ha riconosciuto loro la terra di Germania), i Gothminister da sempre...

Nine Inch Nails – Recensione: Add Violence

All’inizio doveva essere un nuovo disco, ma da Trent Reznor è lecito aspettarsi di tutto. E così, dopo l’Ep “Not The Actual Events”, uscito nel Dicembre dello scorso anno, Mr. Self-Destruct annuncia una trilogia di mini-album, di cui il nuovo “Add Violence” rappresenta il capitolo centrale. Inutile dire...

Pain – Recensione: Coming Home

Dopo aver unito le forze con Till Lindemann dei Rammstein nella buffonesca band omonima, Peter Tägtgren continua a dedicarsi alle sonorità industrial con i suoi Pain, progetto personale creato nel 1996 come semplice diversivo dagli Hypocrisy e arrivato oggi a venti primavere e otto album in studio, compreso il...

Mortiis – Recensione: The Great Deceiver

Sembra sia stato un parto tormentato quello di “The Great Deceiver”, nono album dei Mortiis inizialmente previsto per la fine di Gennaio e ora disponibile grazie a Omnipresence. “The Great Deceiver” è stato descritto dallo stesso Håvard Ellefsen come un arrivo all’Inferno e in effetti contiene parecchia rabbia,...

Megaherz – Recensione: Erdwärts

Giusto un anno fa, i tedeschi Megaherz tornavano in scena con “Zombieland”, nono studio album di questa band veterana dell’industrial rock/metal ma, ahinoi, sempre un gradino sotto a più blasonati colleghi come Rammstein e Oomph!, inevitabili metri di paragone all’ascolto di un album del collettivo di Monaco. Nonostante...