Genere: Hard Blues

Vandenberg – Recensione: 2020

Archiviati gli interessanti Moonkings, Adrian Vandenberg (storico partner di David Coverdale negli Whitesnake a cavallo tra gli anni ottanta ed i novanta) decide clamorosamente di tornare alle origini, all’hard rock classico e roccioso della sua band originale, appunto i Vandenberg, tre ottimi dischi,  l’omonimo debutto del 1982 (con...

The Stone Garden – Recensione: Black Magic

Hard rock tradizionale muscolare, diretto e robusto quello proposto dai bergamaschi The Stone Garden, imperniato sulle ruvide chitarre di Carlo Lancini e Marco Mazzucotelli. La band è nata ufficialmente nel 2015, ma i membri hanno accumulato una pluriennale esperienza sul palco, aprendo anche per nomi importanti del panorama...

Coreleoni – Recensione: II

A Leo Leoni il giochino chiamato Coreleoni deve essere piaciuto parecchio, al punto di bissare dopo due anni con un seguito chiamato semplicemente “II”. Grazie a lui, ad alcuni suoi vecchi amici ed all’ugola notevole di Ronnie “prezzemolo” Romero, ecco altri antichi classici tratti dai primi dischi dei...

Tony Mills – Recensione: Beyond The Law

Dieci ultime, nuove canzoni, per dire addio. Il cinquantaseienne inglese Tony Mills ha una solida storia fatta di sudore e buon hard rock melodico, forgiata nei suoi seminali Shy (“Excess All Areas” del 1987, grande disco!) e proseguita con numerosi progetti, una carriera solista sporadica ma presente (5...

Tedeschi Trucks Band – Recensione: Signs

Trasuda sempre più passione il rock intriso di blues della band di Susan Tedeschi e Derek Trucks, forse proprio perché delle categorie, dall’alto della loro classe sopraffina, possono tranquillamente infischiarsene.  Con “Signs” la Tedeschi Trucks Band arriva al quarto album in studio – oltre ai due live che...