Genere: Gothic Rock

Jyrki69 – Recensione: Helsinki Vampire

I The 69 Eyes sono ormai sulla breccia da tantissimi anni e sono riusciti a forgiare il loro inconfondibile sound denominato goth n’roll pescando a piene mani da entrambi questi filoni musicali intrecciandoli indissolubilmente realizzando un mix irresistibile di dark rockeggiante decadente e sfrontato che tutti noi amiamo...

Type O Negative – Recensione: Bloody Kisses

Poche band sono entrate nell’immaginario collettivo dell’universo gothic come i Type O Negative, capitanati dal tenebroso quanto compianto Peter Steele. E “Bloody Kisses”, terzo disco pubblicato dalla band nel 1993, incarna al meglio le caratteristiche principali del metal gotico in stile Type O Negative: sensuale, intrigante, oscuro. Il...

Lacrimosa – Recensione: Angst

“Angst”, ovvero la paura, ma anche l’angoscia, l’ansia, il male di vivere. Un titolo programmatico per il primo album dei Lacrimosa. L’album esce nel 1991 ed appare molto diverso dal canale espressivo odierno della band. In quel periodo Tilo Wolff (unico membro del progetto, Anne Nurmi entrò tre...

The 69 Eyes – Recensione: Angels

Correva l’anno 2007 e, con l’album “Angels”, i vampiri di Helsinki The 69 Eyes si consacravano definitivamente all’altare del goth’n’roll, al cospetto del quale avevano già acceso una buona dose di ceri nel 2004, con il precedente “Devils”. Come è facile immaginare, “Angels” è l’ideale continuazione del suo predecessore, ma...

Hell Boulevard – Recensione: Inferno

Un debutto davvero con il botto quello di questi Hell Boulevard che guidati dalle sapienti mani di vDiva rilasciano uno dei dischi di goth’n’roll più interessanti di questi ultimi tempi. Sicuramente i fan più attenti ricorderanno i trascorsi del cantante nei Lost Area e la sua ottima prestazione...

Darkwell – Recensione: Moloch

Con “Moloch”, gli austriaci Darkwell approdano al loro terzo full length di studio e lo fanno all’insegna di un gothic rock che si affida questa volta alla voce di Alexandra Pittracher, subentrata a Stephanie Luzie dopo la decisione di quest’ultima di perseguire la carriera politica invece di quella...

Letzte Instanz – Recensione: Liebe Im Krieg

Tempo di come back anche per i tedeschi Letzte Instanz, band attiva dalla fine degli anni’90 e appartenente a una delle più recenti generazioni di gothic rock. Nella carriera quasi ventennale l’ensemble ha sperimentato un po’ di tutto, dall’uso dell’elettronica a quello degli strumenti medievali, proponendo un pout-purri...