Genere: Folk Rock

Hexvessel – Recensione: All Tree

Dopo un album come “When We Are Death”, le aspettative su di un nuovo capitolo degli Hexvessel erano indubbiamente molto alte, considerata anche una discografia di livello sempre saldo sopra la media. Mannaggia agli artisti e alla loro imprevedibilità, questa volta Mat “Kvhost” McNerney delude chi attendeva con...

Midnattsol – Recensione: The Aftermath

Era dal 2011 che non avevamo notizie dei Midnattsol, all’indomani di un album non propriamente esemplare come “The Metamorphosis Melody” e con successivi problemi di stabilità della line-up. Il nuovo disco “The Aftermath” fa notizia soprattutto per l’ingresso in formazione dell’altra sorella Espenæs, ovvero Liv Kristine, anch’ella fresca...

Shadygrove – Recensione: In The Heart Of Scarlet Wood

Dopo l’inaspettato scioglimento degli ottimi Evenoire, rivediamo finalmente Lisy Stefanoni all’opera in un nuovo interessante progetto. La cantante e flautista cremonese ha infatti unito le forze con altri esperti musicisti, tra i quali spiccano per fama Fabio “Lethien” Polo ed Elena Crolle, rispettivamente violinista degli Elvenking e tastierista...

Tusmørke – Recensione: Hinsides

Svart Records licenzia “Hinsides”, quarto album dei norvegesi Tusmørke. La band (piuttosto nota in madrepatria, dove ha ricevuto una nomination per il Grammy come miglior gruppo rock), propone una personale rilettura del sound degli ’60 e ’70 attraversi i dettami del progressive/psychedelic folk rock, con riferimenti a The...

Pelander – Recensione: Time

Il 2016 è un anno particolarmente ricco di ispirazione per Magnus Pelander visto che a gennaio è uscito il nuovo album “Nucleus” per i suoi Witchcraft ora seguito dall’esordio solista intitolato “Time”. Quest’opera arriva sei anni dopo l’EP “A Sinner’s Child” , opera di quattro pezzi; di fatto...

Arcana Opera – Recensione: De Noir

Il ritorno dell’eclettico Alexander Wyrd e dei suoi compagni di avventura negli Arcana Opera è un appuntamento da non mancare. Dopo l’omonimo e già parecchio convincente album di debutto, i vicentini danno vita a un’opera matura, personale e lontano da ogni possibile etichetta. Per inquadrare “De Noir” si...

Inchiuvatu – Recensione: Via Matris EP

Prosegue il viaggio concettuale e misterico degli Inchiuvatu attraverso la pubblicazione periodica di Ep, cominciata con “33” nel 2008. Il percorso si arricchisce oggi di un nuovo capitolo, questo “Via Matris” che vede il progetto di Agghiastru evolversi ulteriormente. Se potessimo parlare di “black metal acustico”, per quanto...