Genere: Atmospheric Black Metal

Myrkur – Recensione: M

Dopo l’Ep omonimo uscito poco meno di un anno fa e per la verità bruttino nonostante una certa pressione a livello pubblicitario, torna la one woman band dei Myrkur con il primo full-lenght ufficiale, intitolato semplicemente “M”. Il progetto appartiene alla cantante e modella danese Amalie Bruun, da...

Hope Drone – Recensione: Cloak Of Ash

Quando si parla di Australia è inevitabile pensare agli AC/DC (perlatro protagonisti di recente di uno spettacolare concerto nel nostro paese) e al loro scanzonato hard rock, ma se osserviamo con attenzione il mondo musicale di quella terra, ecco delinearsi un fervido panorama underground dove molte band sono...

Secrets Of The Sky – Recensione: Pathway

I californiani Secrets Of The Sky avevano già colpito positivamente il nostro portale in occasione del debut album “To Sail Black Waters”, testimonianza della versatilità di questo gruppo e lasciapassare per il nuovo contratto con la prestigiosa Metal Blade, che punta in modo deciso sulle evidenti potenzialità del...

Haar – Recensione: The Wayward Ceremony

Uscito lo scorso anno come autoprodotto e passato pressochè inosservato, “The Wayward Ceremony” è il primo lavoro in studio degli Haar, interessante band scozzese che finalmente può contare sulla visibilità garantita dal contratto discografico con la nostrana ATMF. Quello degli Haar è un black metal che affonda le...

Dynfari – Recensione: Vegferð Tímans

A due anni di distanza da “Sem Skuggin” (la recensione), ritroviamo la band islandese dei Dynfari, interessante e giovanissimo progetto (i due membri, Jóhann Örn  -voce, chitarra, basso – e Jón Emil – batteria e voce – hanno appena ventitre primavere) dedito a un atmospheric black metal che...

Negura Bunget – Recensione: Tău

Si intitola “Tău“ (i dettagli) il settimo studio album dei Negura Bunget, il secondo sotto la guida esclusiva di Negru, percussionista e unico membro rimasto della line-up originale. Sono passati cinque anni da “Vîrstele Pămîntului” (la recensione), ancora una volta tutti i componenti del gruppo sono cambiati, ma...

Unalei – Recensione: A Sua Immagine

Interessante opera prima questo “A Sua Immagine”, Ep autoprodotto degli Unalei, two-piece romano formato dal vocalist, autore e multistrumentista Federico Sanna e dal bassista Federico Petitto. Questa volta non inizieremo a parlare di musica ma del panorama lirico, per il quale va riconosciuto al mastermind il merito di...

The Flight Of Sleipnir – Recensione: V.

Convincente ritorno in scena per gli americani The Flight Of Sleipnir, che presentano al pubblico il quinto studio album programmaticamente intitolato “V.” e licenziato da Napalm Records, una label che certamente darà maggiore visibilità al gruppo dopo alcuni anni passati nel panorama underground. Il two piece composto da...