Categoria: Time Warp

Cryptopsy – Recensione: None So Vile

Dopo l’uscita di Blasphemy Made Flesh nel 1994, a due anni di stanza arriva il sigillo, None So Vile, a confermarci che eravamo di fronte ad una delle più promettenti band brutal underground. Stiamo parlando dei canadesi Cryptopsy, quelli della formazione Lord Worm-Flo Mounier-Éric Langlois-Jon Lavasseur, forse la...

Omen – Recensione: Battle Cry

“Battle Cry” è il primo album degli statunitensi Omen (formati da Kenny Powell nel 1983 dopo l’uscita dai Savage Grace) ed è composto da dieci pezzi di cristallina perfezione nell’ambito dello US power metal. Ognuno dei dieci brani del debutto della band di Los Angeles è un classico del...

Litfiba – Recensione: 17 Re

Per molti i Litfiba sono un gruppo radiofonico, una delle band italiane di maggior successo capaci di riempire palazzetti e gremire le piazze in occasione del Festivalbar. Ma non è sempre stato così. Prima della tetralogia degli elementi e della separazione tra Pelù e Renzulli (con il primo...

Strangeways – Recensione: Walk In The Fire

La pagina odierna della rubrica ‘Time Warp’ è intrisa di un profumo speciale. Stavolta viene posto sotto i riflettori “Walk In The Fire”, terzo lavoro in studio degli Strangeways  riconosciuto all’unanimità come una pietra miliare del rock adulto alla stessa stregua del suo predecessore “Native Sons”. Il combo...