Categoria: Recensioni

Rustless – Recensione: Awakening

I Vanadium, storica entità dell’hard rock italico, sono ancora qui tra noi, sotto la forma elegante dei Rustless, che vedono la presenza di Steve Tessarin, Ruggero Zanolini e Lio Mascheroni, rinforzati dal giovanissimo bassista (19 primavere!)  Andrea Puttero e dalla voce impeccabile di Roberto Zari, incrocio suggestivo tra...

Burning Gloom – Recensione: Amygdala

Nonostante i Burning Gloom non siano certo dei rivoluzionari, il loro sludge/doom è quadratissimo e suonato come Dio comanda (anche se sarebbe meglio dire “come Satana”, dal momento che la musica dei nostri è alquanto luciferina). I quattro milanesi, un tempo conosciuti col nome di “My Home On...

Alliance – Recensione: Fire And Grace

Nuovo album per gli Alliance di Robert Berry, tornato con forza l’anno scorso firmando l’emozionante “The Rules Have Changed” ad onorare la scomparsa di Keith Emerson. Accompagnato ancora una volta da David Lauser e Gary Pihl, che condividono con lui l’avventura targata Alliance fin dal 1989, Berry suona...

Majestica – Recensione: Above The Sky

Debutto da far tremare i polsi per i Majestica, nuova incarnazione dei Reinxeed, che con “Above The Sky” strappano l’occasione della vita con la Nuclear Blast. Il trio svedese è capitanato da una faccia nota al grande pubblico metallico, da quel Tommy Johansson chitarrista dei conterranei Sabaton. L’inizio...

Motionless In White – Recensione: Disguise

A distanza di due anni dall’ultimo album “Graveyard Shift”, i Motionless in White tornano con un nuovo disco, il quinto nella carriera della band di Scranton.Partiamo da un presupposto: “Graveyard Shift” ci era piaciuto nella sua linearità e all’epoca avevamo auspicato una crescita della combo capitanata da Chris...

Darkthrone – Recensione: Old Star

Un titolo come “Old Star” non lascia dubbi. Il nuovo album dei Darkthrone è, come d’altronde anticipato dallo stesso Fenriz, un chiaro e sincero tributo alle sonorità estreme e pure classiche degli anni’80, con inevitabili riferimenti ai Celtic Frost, una robusta dose di doom catacombale e riffoni presi...