Categoria: Recensioni

Gazpacho – Recensione: Soyuz

La pacatezza ed eleganza con le quali i Gazpacho hanno sempre trattato la materia musicale ha generato nella loro carriera discografica momenti estremamente godibili ma altrettanti (se non di più) noiosi al limite del soporifero… Vediamo di che pasta è fatto questo “Soyuz”... La dissonanza creata dagli strambi...

Lords Of Black – Recensione: Icons Of The New Days

I Lords Of Black sono un gruppo spagnolo salito alla ribalta grazie all’importante affermazione del proprio cantante, Ronnie Romero: il frontman cileno, infatti, è stato scelto da Ritchie Blackmore nel 2015 per raccogliere l’eredità del compianto Ronnie James Dio dietro al microfono dei “rinati” Ritchie Blackmore’s Rainbow. Vista la portata dei nomi coinvolti, la consacrazione di Romero...

Acherontas – Recensione: Faustian Ethos

Freschi di contratto con Agonia Records, i black metallers greci Acherontas tornano sul mercato discografico con “Faustian Ethos”, il settimo album in studio. La band ateniese (guidata dal vocalist, chitarrista e principale compositore Nikolaus “Acherontas” Panagopoulos), pur legata ai canoni della tradizione, ha saputo creare uno stile espressivo...

Crisix – Recensione: Against The Odds

Partiti come una delle tante promettenti band della scena spagnola, con il passare del tempo i Crisix sono indubbiamente diventati una delle realtà più interessanti del panorama thrash mondiale. Poche band appartenenti a questo genere sono riuscite a espandersi al di fuori dei propri confini nazionali e raggiungere...

Vega – Recensione: Only Human

Pilotati come sempre con sicurezza da Nick Workman e animati dai fratelli James e Tom Martin (tastiere e basso ma soprattutto efficacissimo team di songwriting), i Vega arrivano al ragguardevole traguardo del quinto album. Hard rock melodico dal piglio moderno e con un costante senso di urgenza: la...

Shinedown – Recensione: Attention Attention

Tornano direttamente dagli States gli Shinedown. Nuovo album, nuova storia, vecchi problemi. “Attention Attention” gira a vuoto, probabilmente anche peggiore del già zoppicante “Threat To Survival”. Dopo aver saltato a piè pari l’intro ecco arrivare “Devil”, scelta per rappresentare l’album anche come video. Una canzone di difficile comprensione,...