Categoria: Recensioni

40 Grit – Recensione: Heads

Alcune volte la palese dipendenza di alcuni dischi da un modello immediatamente identificabile fa passare tutto in secondo piano: le canzoni, la produzione, i testi, tutto quanto. E’ il caso dei 40 Grit, talmente “ispirati” ai Machine Head da far supporre che non provino alcuna vergogna. Tutto sembra...

Gurd – Recensione: Bedlam

Attenzione! Se avete vissuto su Marte per tutto il periodo nel quale sul Pianeta Terra uscivano ottimi dischi thrash metal, di stampo strettamente Bay Area, non sapete chi siano i primi Metallica, gli Exodus o i Crowbar, gettatevi a capofitto in questo settimo capitolo degli svizzeri Gurd! Con...

Origin – Recensione: S/T

Ennesima filiazione malata della Relapse, gli Origin si presentano con un ottimo bagaglio tecnico e una sickness molto calcata. Non influenzata dall’hardcore o dalla fusion come i Dillinger Escape Plan e più fredda dei Soilent Green, la band vomita death-grind dall’impianto variabile, talora veloce, talora più intricato e...

Dammercide – Recensione: Link

Italia del Metal, in piedi! Il cazzotto di ‘Queen Of Diamonds’ spara forte, i Dammercide hanno urlato al mondo che esistono, e l’alien mostruoso tenderà ad impossessarsi prima delle vostre orecchie ed infine di ciò che resterà dei vostri neuroni. Se il metal italiano ha un futuro potenzialmente...

– Speciale Triple X

ELECTRIC FRANKENSTEIN – The Dawn OF Electric Frankenstein Ciò che gli Electric Frankenstein hanno nelle radici, ecco cosa rappresenta ‘The Dawn Of Electirc Frankenstein’, una raccolta di polverosi nastri rinvenuti in circostanze dubbie che rivelano il background di una band estremamente interessante in ambito punk and roll. Si...

– Speciale Triple X

AAVV – The Five Fingers Of Doctor X Le cinque dita del dottor X altro non sono che cinque gruppi della Triple X. Abitano tutti insieme in un particolare split cd che ne ospita i crimini. Il pollice è rappresentato da The Streetwalking Ceethas’ punk and roll troppo...

The Black – Recensione: Golgotha

Non è facile accostarsi alla musica Mario Di Donato e dei suoi The Black: si tratta di composizioni che si muovono continuamente tra atmosfere in chiaro-scuro, quasi sacrali, dove le distorsioni delle chitarre (di matrice hard rock e di chiara ispirazione sabbathiana) si intrecciano alla maestosità di organi...

Symphorce – Recensione: Sinctuary

Avevo smesso di seguire la carriera di Andy B. Franck ai tempi dei suoi acutissimi vocalizzi metal-prog negli Ivanhoe ed oggi lo ritrovo all’opera, decisamente cambiato , con il secondo CD dei Symphorce. Il vocalist teutonico ha deciso di assecondare il suo amore per l’heavy metal tradizionale senza...