Categoria: Novità

Hacktivist – Recensione: Outside The Box

Gli Hacktivist, gruppo inglese che ha all’attivo un solo omonimo EP del 2013, che grazie all’intensa attività live è riuscita a crearsi un discreto seguito a dispetto dei pochi brani prodotti. Grande attesa, dunque, destava questo debut album, “Outside The Box”, vero e proprio battesimo del fuoco per Jermaine...

Lightsucker – Recensione: Zammal

“Zammal”, debut album dei finlandesi Lightsucker, vede la luce in questi giorni su Argonauta Records. La label genovese investe su questo compatto quartetto nordeuropeo, alle prese con uno stoner metal granitico e sporco che tanto spesso flirta con lo sludge più claustrofobico. I Lightsucker potrebbero infatti piacere a...

Bastian – Recensione: Rock Of Daedalus

Dopo aver camminato tra i giganti, Sebastiano Conti va alla ricerca della roccia di Dedalo. Il chitarrista sicialiano, ad un anno di distanza dal disco d’esordio del progetto Bastian, torna sul mercato avvalendosi nuovamente dell’apporto di due mostri sacri della scena metal internazionale come Michael Vescera e John...

Wolvserpent – Recensione: Aporia:Kāla:Ananta

Gli americani Wolvserpent tornano sul mercato discografico con “Aporia:Kāla:Ananta”, una release licenziata come Ep e contenente una sola traccia della durata di circa 40 minuti. Il mini album, rivolto a una ben specifica nicchia di pubblico, prosegue in quel territorio sperimentale seguito dal two-piece dell’Idaho che si muove...

Mortiis – Recensione: The Great Deceiver

Sembra sia stato un parto tormentato quello di “The Great Deceiver”, nono album dei Mortiis inizialmente previsto per la fine di Gennaio e ora disponibile grazie a Omnipresence. “The Great Deceiver” è stato descritto dallo stesso Håvard Ellefsen come un arrivo all’Inferno e in effetti contiene parecchia rabbia,...

Skuggsjá – Recensione: Skuggsjá

Gli Skuggsjá nascono dal sodalizio artistico tra  Ivar Bjørnson (Enslaved) e Einar “Kvitrafn” Selvik (Wardruna), due anime musicali differenti ma accomunate dalla passione per la leggenda e la storia norvegese, riletta in una chiave epica e progressiva dal primo e con sonorità neofolk dal secondo. La collaborazione tra...

Draugnim – Recensione: Vulturine

Dopo 6 anni di silenzio tornano i finlandesi Draugnim con un nuovo album che farà la gioia di ogni fans del pagan black metal. Vulturine è composto da esattamente sei brani, quasi a volessero rappresentare uno ogni anno di attesa, di una durata media di 7 minuti in...

Hollow Leg – Recensione: Crown

Il rooster di Argonauta Records, etichetta con un ottimo gusto nello scoprire nuove realtà nel settore del doom metal e derivati, si arricchisce dei floridiani Hollow Leg, una band che arriva con “Crown” alla sua quarta prova in studio. Il four-piece di Jacksonville propone uno sludge/doom sporco e...