Categoria: Novità

Pino Scotto – Recensione: Eye For An Eye

Dopo la celebrazione di “Live For A Dream”, Pino Scotto a sessantasette anni prosegue nel percorso per ritrovare le sue radici: quale modo migliore che chiamare, per la registrazione del nuovo materiale – cantato interamente in inglese, amici e collaboratori di un tempo come Dario Bucca al basso, Marco...

Drakkar – Recensione: Cold Winter’s Night (EP)

A tre anni esatti dall’uscita dell’ottimo “Run With The Wolf” e nell’attesa di rivederli all’opera con un nuovo full-length, i Drakkar decidono di spezzare l’attesa offrendoci il presente EP “Cold Winter’s Night”. L’uscita è tutt’altro che trascurabile, dal momento che questa mini release ci regala la bellezza di...

Riot V – Recensione: Armor Of Light

Chi ha amato alla follia il capolavoro “Thundersteel” e l’ottimo “Privilege Of Power” può gioire perché il nuovo “Armor Of Light”, secondo album dei Riot V o sedicesimo dei Riot (a seconda di come i fan vogliono considerare la band senza il rimpianto fondatore Mark Reale), è una...

Ad Hominem – Recensione: Napalm For All

Un titolo come “Napalm For All” lascia pochi dubbi sul contenuto della nuova release degli Ad Hominem, band francese personificata dal mastermind Kaiser Wodhanaz, orgogliosamente oltranzista e distante dalla luce dei riflettori. L’album conferma in pieno l’approccio “anti-tutto” da sempre sostenuto dal gruppo attraverso il connubio musica-liriche, queste...

Glorior Belli – Recensione: The Apostates

“The Apostates” è il settimo album in studio dei Glorior Belli, band francese guidata dal vocalist/chitarrista Billy Bayou e protagonista di un percorso evolutivo interessante che l’ha portata dal ferale black metal degli esordi ad una progressiva contaminazione con lo stoner rock. Un’amalgama strana ma funzionale che ha...

Gus G. – Recensione: Fearless

Un piglio hard rock deciso e canzoni intense: questo il mix che il Gus G. propone ai suoi fan con “Fearless”, raccolta di canzoni vede la presenza del bassista/cantante Dennis Ward e Will Hunt (indovinata batterista di chi… nda.) alla batteria. Il nuovo album del guitar hero greco...

Pripjat – Recensione: Chain Reaction

Pryp”jat’ è una città fantasma dell’Ucraina del nord, abbandonata dopo l’esplosione del reattore nucleare di Černobyl nel 1986. I Pripjat vengono invece dalla Germania ma, probabilmente influenzati dalle origine ucraine di due dei quattro componenti, hanno posto il disastro nucleare di Černobyl come punto cardine della musica, dei...