Categoria: Recensioni

Raintimes – Recensione: Raintimes

Nato dichiaratamente come tributo ai The Storm, autori di due album monumentali nella prima metà degli anni Novanta, Raintimes è il monicker del “nuovo” progetto di Pierpaolo “Zorro” Monti. Le virgolette ci sono perché tutto è nato, in realtà, durante le session del debutto degli Shining Line, in...

Threshold – Recensione: Psychedelicatessen

Non ci sembrava ci fosse occasione migliore del rientro del cantante Glynn Morgan nei Threshold per parlare nella rubrica Time Warp dell’unico lavoro da lui registrato con la formazione inglese prima del recente doppio “Legends Of The Shires” vale a dire “Psychedelicatessen”. Più quadrato e leggermente meglio prodotto del debut...

Death – Recensione: Human

Il successo di molte band è indissolubilmente legato allo spessore del proprio mastermind. Nel caso dei Death questo concetto assume una valenza ancora più profonda: non sarebbe mai esistita la band senza la volontà di Chuck Schuldiner, non sarebbero mai stati i Death una delle band più influenti del...

Adrian Vandenberg – Recensione: MKII

Nel suo essere un artista dai molti interessi, Adrian Vandenberg non ha certo fretta di pubblicare dischi “a macchinetta”, uno di seguito all’altro e uno troppo vicino all’altro. Il risultato è che, per avere tra le mani il secondo capitolo del progetto Vandenberg’s Moonkings, abbiamo dovuto aspettare tre...

Anthrax – Recensione: Among The Living

Spegne quest’anno trenta candeline un album storico, caposaldo di uno dei più esaltanti movimenti che la storia del nostro genere preferito ricordi. Esattamente nel 1987 usciva infatti “Among The Living” degli Anthrax, capolavoro che, in quanto tra i più rappresentativi della straordinaria ondata thrash di metà anni ’80,...