Band: Trivium

Nuovo brano online

E’ disponibile online un nuovo brano dei Trivium, dal titolo ‘Entrance Of The Conflagration’; il brano è sempre tratto da "The Crusade", in uscita il 10 ottobre, e si può ascoltare utilizzando questo link. Fonte: blabbermouth.net

Artwork online

Tramite questo sito è possibile vedere la copertina di "The Crusade", il nuovo album dei Trivium, in uscita il prossimo 10 ottobre per Roadrunner Records. Fonte: blabbermouth.net

Pronto il nuovo album

I Trivium hanno ultimato le registrazioni del loro nuovo album, intitolato Crusade. La lavorazione dell’album è avvenuta all’AudioHammer Studio di Orlando, Florida, sotto la supervisione di Jason Suecof. Nel disco saranno incluse, tra le altre, le seguenti canzoni ‘Ignition’, ‘Contempt Breeds Contamination’, ‘And Sadness Will Sear’, ‘Vengeance’, ‘To...

Metallica: Live Report della data di Imola

In un giorno in cui il caldo non ha risparmiato nessuno, dilaga una serata di musica metal che in tanti aspettavano per il ritorno dell’intramontabili Metallica in quell’autodromo di Imola, ormai da anni sfondo di spettacoli live che hanno visto sfilare personaggi illustri della musica nazionale ed internazionale....

Best Album 2005

I Trivium attraverso il proprio sito ufficiale hanno annunciato che il loro secondo album ‘Ascendancy è stato votato dalla prestigiosa rivista Kerrang album dell’anno. Il Cd, che è risultato presente in numerose testate di settore nella top 10 dei migliori album 2005 è divenuto disco d’argento in Uk...

Nessuna data prevista in Italia

Riceviamo e pubblichiamo una doverosa precisazione da parte della Roadrunner Italia: Circola voce che i TRIVIUM suoneranno venerdì 7 Ottobre al Bloom di Mezzago (MI). Purtroppo si tratta di una notizia infondata: la band è impegnata col tour con gli ARCH ENEMY e nessuna data italiana è stata...

Trivium – Recensione: Ascendancy

Giovani, carini e…. cloni. Al secondo album e al debutto su Roadrunner, i Trivium appartengono al calderone, oramai quasi insostenibile, di band americane che mischiano la componente metalcore americana con sonorità più europee e prettamente svedesi (per dirla tutta, i Soilwork hanno fatto non pochi danni…): eccoci quindi...