Band: Sigh

Sigh – Recensione: Imaginary Sonicscope

I Sigh non possono certo essere accusati di immobilismo stilistico. Nel corso degli anni il gruppo giapponese ha mutato più volte pelle, distanziandosi ormai definitivamente dal comunque strambo black metal degli esordi. In questo nuovo lavoro potete trovare di tutto: passaggi melodici, arrangiamenti oscuri, orchestrazioni folli ed assolutamente...