Autore: Stefano Pera

About Stefano Pera

has published 34 posts

Time Machine – Recensione: Evil

Alle volte la confezione di un disco aiuta a sentirsi ben disposti nei confronti dell’album che si ha fra le mani. In questo caso addirittura si esagera. Il digi-pack di ‘Evil’ nuovo album dei milanesi Time Machine è veramente superbo. Formato tipo DVD, con libretto di dimensioni generose,...

Skyclad – Recensione: Another Fine Mess

Questo è un disco veramente strano. Di fatto si tratta di una documentazione alquanto personale del 1995 che gli Skyclad ci regalano proprio in concomitanza dell’uscita del loro album più recente singolo ‘Sword Of A Thousand Men’. Quando usiamo i termini ‘documentazione alquanto personale’ di fatto ci limitiamo...

Edenbridge – Recensione: Arcana

Indubbiamente questo secondo capitolo degli Edenbridge conferma le buone premesse emerse nel debutto ‘Sunrise In Eden’. Capitanata dalla morbida voce di Sabine Edelsbacher, la formazione austriaca si distingue in primo luogo per la pulizia delle composizioni e la geometria con cui gestisce le pulsioni sinfoniche della parte strumentale....

Black Symphony – Recensione: Tears Of Blood

Avviso: questa volta abbiamo esagerato, la seguente recensione è un po’ lunghetta… Cupi e ossianici i Symphony sono una formazione tipicamente metal, capaci di trasmettere emozioni, di mutare dinamicamente di canzone in canzone, di colpire al primo ascolto, di essere orecchiabili, di picchiare senza pietà o cullare l’ascoltatore...

Macbeth – Recensione: Vanitas

I Macbeth con il presente ‘Vanitas’ arrivano al loro secondo capitolo discografico. Va subito detto che la prima grande differenza con il debutto ‘Romantic Tragedy’s Crescendo’ è rappresentata dal cambio di entrambi i cantanti, una svolta di non poco conto. Il disco infatti ruota tutto attorno alle performance...

Heavenly: Intervista alla band

Gli Heavenly sono una band particolare, capace di generare grandi entusiasmi fra il pubblico e al contempo scarsa considerazione fra i critici. In verità, come spesso accade, la verità sta nel mezzo. I critici accusano la band di essere spudoratamente vicina agli Helloween, mentre i fan, forse proprio...

Tristania – Recensione: World Of Glass

La prima impressione suscitata da questa terza prova discografica dei norvegesi Tristania è quella di trovarsi di fronte ad una band ancora alla ricerca della propria identità. Le atmosfere gotiche ed evocative proposte spesso non sembrano così convincenti. In bilico fra l’ermetismo dei Therion e la melodica commercialità...