Autore: Matteo Roversi

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

About Matteo Roversi

has published 1074 posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

Lik – Recensione: Carnage

Sgombriamo subito il campo da ogni dubbio: i Lik sono assolutamente una band manierista, che si rifà in toto al più classico death metal di matrice svedese (quello di mostri sacri quali At The Gates, Entombed e Dismember, per intenderci). Questo posizionamento non impedisce però al loro secondo...

Drakkar – Recensione: Cold Winter’s Night (EP)

A tre anni esatti dall’uscita dell’ottimo “Run With The Wolf” e nell’attesa di rivederli all’opera con un nuovo full-length, i Drakkar decidono di spezzare l’attesa offrendoci il presente EP “Cold Winter’s Night”. L’uscita è tutt’altro che trascurabile, dal momento che questa mini release ci regala la bellezza di...

Kalmah – Recensione: Palo

I Kalmah non sono certo mai stati dei campioni d’originalità, dal momento che fin dal loro esordio “Swamplord”, uscito nell’ormai lontano 2000, hanno astutamente agganciato il treno della commistione fra power e metal estremo, all’epoca lanciato a folle corsa dai connazionali Children Of Bodom. Ora però che i...

Shadygrove – Recensione: In The Heart Of Scarlet Wood

Dopo l’inaspettato scioglimento degli ottimi Evenoire, rivediamo finalmente Lisy Stefanoni all’opera in un nuovo interessante progetto. La cantante e flautista cremonese ha infatti unito le forze con altri esperti musicisti, tra i quali spiccano per fama Fabio “Lethien” Polo ed Elena Crolle, rispettivamente violinista degli Elvenking e tastierista...

Monster Magnet – Recensione: Mindfucker

Perché rischiare avventurandosi su sentieri sconosciuti quando si è tra gli indiscussi alfieri di un determinato genere? E ancora, perché cambiare quando quel ruolo lo si continua a interpretare così bene? La filosofia dei Monster Magnet dev’essere più o meno questa, dal momento che col loro nuovo album...

Ministry – Recensione: AmeriKKKant

“AmeriKKKant non è un disco anti-Trump. Questo è un disco interrogatorio sul perché l’abbiamo eletto” ha dichiarato Al Jourgensen in una recente intervista a proposito del nuovo album dei suoi Ministry. Basta infatti scorrere i titoli delle tracce che compongono l’ultimo platter dei pionieri dell’industrial per capire che...