Autore: Matteo Roversi

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

About Matteo Roversi

has published 1057 posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

Summoning – Recensione: With Doom We Come

Quando si è i fondatori di un sottogenere, o comunque i fautori di sonorità originalissime e peculiari, è normale ottenere un certo status e particolari attenzioni in occasione dell’uscita di ogni nuovo album. Rientrano a pieno diritto in questa categoria i Summoning, ideatori del cosiddetto fantasy black metal,...

Children Of Bodom – Recensione: Hatebreeder

Dopo lo straordinario debutto “Something Wild” targato 1997, nel giro di appena due anni i Children Of Bodom si ripetono alla grandissima con l’altrettanto eccellente “Hatebreeder”, secondo formidabile capitolo nella carriera del quintetto finnico. L’album se la gioca alla pari del suo predecessore come miglior disco della band,...

Anthrax – Recensione: Among The Living

Spegne quest’anno trenta candeline un album storico, caposaldo di uno dei più esaltanti movimenti che la storia del nostro genere preferito ricordi. Esattamente nel 1987 usciva infatti “Among The Living” degli Anthrax, capolavoro che, in quanto tra i più rappresentativi della straordinaria ondata thrash di metà anni ’80,...

Ne Obliviscaris – Recensione: Urn

Dopo essersi imposti all’attenzione della scena cinque anni or sono con il sorprendente debutto “Portal Of I”, i Ne Obliviscaris si confermano una solida realtà del metal più complesso e raffinato anche con il loro terzo disco “Urn”. Come detto in occasione della disamina del precedente “Citadel”, l’effetto...

Samael – Recensione: Hegemony

Che i Samael fossero in ottima forma l’avevamo capito dalle loro recenti esibizioni dal vivo, non ultima quella dello scorso Metalitalia.com Festival svoltosi appena un mese e mezzo fa. Ora arriva la conferma che il quartetto svizzero gode di buona salute pure in fase compositiva, nonostante la lunga...

Klogr – Recensione: Keystone

Passati indenni attraverso numerosi cambi di line-up e forti di una consolidata presenza a livello internazionale, in appena sei anni di vita i modenesi Klogr sono riusciti a inanellare la bellezza di sette release tra full-length, EP e live album, nonché a fare da opening act a colossi...

36 Crazyfists – Recensione: Lanterns

Dopo alcuni anni di assenza dal nostro portale torniamo a recensire un nuovo disco dei 36 Crazyfists. Nonostante i nostri siano sempre rimasti nelle retrovie, sono comunque in giro ormai da vent’anni e il qui presente “Lanterns” costituisce per loro il settimo album in carriera. La band americana...

Beneath – Recensione: Ephemeris

Gli islandesi Beneath festeggiano i dieci anni dalla propria fondazione dando alle stampe un solido disco di genere. Le nove tracce che compongono il loro terzo full-length “Ephemeris” sono infatti votate a un brutal death metal senza dubbio canonico, ma dall’alto valore tecnico e di sicura efficacia. Non...