Autore: Leonardo Cammi

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

About Leonardo Cammi

has published 1228 posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

Trollfest – Recensione: Helluva

L’altisonante, maestosa e teatrale strumentale “This Is Just the Intro” ci presenta la nuova fatica dei Trollfest (la settima in studio dopo il precedente “Kaptein Khaos” del 2014) “Helluva” senza lesinare serietà ed empatia per dar spazio poi all’orgia di follia intitolata “Professor Otto”, un rutilante e velocissimo folk/thrash/punk...

Grave Digger – Recensione: Healed By Metal

Il diciassettesimo album dei Grave Digger intitolato “Healed By Metal” è probabilmente l’episodio più debole della discografia del gruppo tedesco; dimentichiamoci i fasti epici di capolavori come “Tunes Of War”, “Knights Of The Cross”, “Rheingold” o anche la genuina furia metal di “Heavy Metal Breakdawn” e “The Grave...

Bob Oliver Lee – Recensione: Flying Music

“Flying Music” è il secondo album solista dell’eclettico musicista francese Bob Oliver Lee (vero nome Bob Saliba)conosciuto per far parte o aver fatto parte di innumerevoli band fra cui Galderia (basso e voce), Stonecast (chitarra solista), Debackliner (cantante) e Ninmah (cantante) ed aver anche cantato le canzoni degli...

Ranger – Recensione: Speed & Violence

Tornano i Ranger con questo “Speed & Violence”, un chiaro tributo, evidente fin dalla copertina, ai primi album degli Exciter ossia “Heavy Metal Maniac” (1983) e “Violence And Force” (1984). In genere tutto l’album dei finlandesi naviga su rotte che verranno apprezzate da chi apprezza il vecchio speed...