Autore: Leonardo Cammi

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

About Leonardo Cammi

has published 1266 posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

Arkona – Recensione: Khram

Il nuovo album degli Arkona, intitolato “Khram”, è una vera sorpresa; si tratta forse del lavoro più intimista, estremo, violento, cupo e “difficile” di Masha (singer e leader assoluta della band) tanto che la bio del gruppo precisa come la prima stesura dei testi del nuovo lavoro sia...

Running Wild – Recensione: Blazon Stone

Grazie all’uscita di “Blazon Stone”, datato 1991, i Running Wild continuano il loro stato di grazia con un album che contiene numerosi pezzi immortali (i nostri raggiungono poi la perfezione assoluta con i successivi due capolavori) e li conferma leader nell’heavy metal e sempre più saldi nell’immaginario di...

Evertale – Recensione: The Great Brotherwar

Il secondo album notoriamente rappresenta un momento difficile per tutti i gruppi e gli Evertale superano quest’insidia convincendo in pieno da ogni punto di vista. Se il loro primo album “Of Dragons And Elves” (concept album dedicato al mondo fantasy di Dragonlance), uscito inizialmente come autoproduzione, aveva colpito...

Lonewolf – Recensione: Raised On Metal

Il nono album dei Lonewolf , intitolato “Raised On Metal”, è votato ai più fedeli ed inviolati clichées dell’heavy metal classico europeo condito con i consueti brevi sconfinamenti nello speed. Rispetto al precedente ed ottimo “The Heathen Dawn” i francesi abbandonano l’apporto di melodia più ingente per soluzioni più...

Ensiferum – Recensione: Two Paths

“Two Paths”, il settimo album della carriera degli Ensiferum, mantiene l’ampio ventaglio espressivo del precedente “One Man Army” permettendo agli ascoltatori un affascinante e poliedrico viaggio nel meglio dell’epic-folk-viking metal. I finlandesi in questa release hanno affinato ulteriormente la loro abilità di unire senza forzature il loro lato...