Autore: Leonardo Cammi

About Leonardo Cammi

has published 1193 posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

Skalmold – Recensione: Vögguvísur Yggdrasils

La quarta fatica degli Skálmöld, intitolata “Vögguvísur Yggdrasils”, continua il viaggio degli islandesi nella mitologia norrena; il titolo dell’album può esser tradotto come “Le canzoni (o ninnenanne) di Yggdrasil” e racconta in nove episodi gli altrettanti mondi collegati dall’albero Yggdrasil (dalla infuocata Muspellsheim alla ghiacciata Nifelheim) secondo i...

Skiltron – Recensione: Legacy Of Blood

“Legacy Of Blood” è il quinto album degli Skiltron che, dalla lontana Argentina, continuano a narrare le gesta di eroi e uomini scozzezi e per questo si presentano ora al meglio (dopo l’altalenante “Into The Battleground”) con il loro nuovo singer, ossia il britannico Martin McManus, che sicuramente...

Finsterforst – Recensione: #YØLØ

Pessima frenata per i Finsterforst con questo sconclusionato EP intitolato “#YØLØ”. Quest’opera dedita totalmente ad un folk-death metal demenziale alternato a cover assurde di artisti pop sembra voler fare il verso a quanto in passato han fatto band come gli Anthrax con “I’m The Man” ma il risultato...

Narnia – Recensione: Narnia

Son passati sette anni dal precedente album “Course Of A Generation” (molto progressive e diverso dallo stile tipico degli svedesi) e ben dieci dal capolavoro “Enter The Gate”, ultimo CD con Christian Liljegren (Golden Resurrection, DivineFire, Audiovision, 7days, Modest Attraction, Flagship, ecc.) alla voce e quindi il nuovo...

Scythia – Recensione: Lineage

Grazie al quarto album “Lineage” i canadesi Scythia si allontanano ulteriormente dal folk metal per approdare ad un power metal di forte impatto in cui l’unica ombra di estremo è legata al growl del bassista Terry Savage che comunque diventa raramente protagonista della scena. L’anima dei brani è...

fejd – Recensione: Trolldom

Il quarto full length dei Fejd è la celebrazione di un folk metal melodico ma allo stesso tempo profondo e malinconico che vede negli svedesi una delle realtà più convincenti sebbene non al pubblico di massa. Nel corso di una carriera attenta e sempre di ottimo livello che...

Michael Sweet – Recensione: One Sided War

Questi ultimi anni si stanno rivelando i più prolifici dell’intera carriera del singer e chitarrista Michael Sweet, noto soprattutto per essere il fondatore e principale compositore degli Stryper nonché per la sua fitta produzione solista e la collaborazione con i Boston. Nell’arco di quattro anni sono infatti usciti...

Running Wild – Recensione: Rapid Foray

Grazie all’uscita di “Rapid Foray” possiamo finalmente affermare che i Running Wild sono davvero tornati! Dopo la fine della storia della band annunciata del leader assoluto Rolf Kasparek (voce, chitarra e basso) ad inizio decennio infatti i nostri hanno sfornato ben tre album in quattro anni dando vita...