Autore: Fabio Meschiari

Musica e birra. Sempre. In spostamento perenne fra Asia e Italia, sempre ai concerti e con la birra in mano. Suonatore e suonato, sempre pronto per fare casino. Da Steven Wilson ai Carcass, dai Dream Theater ai Cradle of Filth, dai Cure ai Bad Religion. Il Meskio. Sono io.

About Fabio Meschiari

has published 330 posts

Musica e birra. Sempre. In spostamento perenne fra Asia e Italia, sempre ai concerti e con la birra in mano. Suonatore e suonato, sempre pronto per fare casino. Da Steven Wilson ai Carcass, dai Dream Theater ai Cradle of Filth, dai Cure ai Bad Religion. Il Meskio. Sono io.

Carcass – Recensione: Swansong

Titolo profetico quello scelto dai Carcass per chiudere la loro prima parte di carriera, orfani di un Michael Amott e con nelle fila Carlo Regadas a sostituirlo (e che farà parte con Jeff Walker e Ken Owen del progetto Blackstar): “Swansong”, il canto del cigno. Un cigno nato...

Dagoba – Recensione: Black Nova

Settimo sigillo per i transalpini Dagoba, questo “Black Nova” su Century Media Records, che arriva a distanza di due anni dal precedente “Tales Of The Black Dawn”: dieci pezzi introdotti da una immaginifica copertina ad opera di Seth Siro Anton (proprio quello dei Septicflesh), sotto la supervisione al...

Incantation – Recensione: Profane Nexus

Nuovo album che segna il ritorno su Relapse Records per i blasfemi Incantation, lasciati al precedente “Dirges Of Elysium”, capitanati da John McEntee (chitarra e voce) che si avvale del contributo di Sonny Lombardozzi (chitarra), Chuck Sherwood (basso) e Kyle Severn (batteria) con la regia del sempiterno Dan...

Decapitated – Recensione: Anticult

Tornano in pista i polacchi Decapitated con questo nuovo “Anticult” su Nuclear Blast Records: 9 tracce in bilico fra il death tecnico e il thrash, ora più alla luce rispetto al passato. Già, perchè stavolta emergono nuovi spunti dal muro sonoro costruito dal gruppo e si rivelano parti...

Rise Against – Recensione: Wolves

Ritornano in pista gli americani Rise Against che con questo “Wolves” raggiungono l’ottavo album in studio, questa volta per Virgin Records: un lavoro che nasce dall’urgenza della condizione del loro paese natio dopo le ultime elezioni e che sulla carta si pone come una denuncia nei confronti di...