Autore: Eva Cociani

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

About Eva Cociani

has published 336 posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

Steel Panther – Recensione: Lower The Bar

Irriverenti, pericolosi, esagerati, sboccati, cotonati sono solo un paio degli innumerevoli aggettivi che vengono spesso usati per descrivere quei simpaticoni degli Steel Panther, una band che da molti viene considerata erroneamente solo una parodia fine se stessa e dalle dubbie qualità artistiche. Sbagliato. Chi ha visto il four-piece...

Counterfeit – Recensione: Together We Are Stronger

Finalmente l’attesa è finita e possiamo gustarci l’album di debutto della formazione inglese dei Counterfeit. Il gruppo è capitanato dal talentuoso attore/modello Jamie Campbell Bower che molti di voi ricorderanno in film come “Rockarolla”, “Sweeney Todd”,  “Twilight” e “Shadowhunter- La Città Di Ossa” accompagnato dal fido fratello Sam...

Creeper – Recensione: Eternity, In Your Arms

Arrivano da Southampton questi Creeper, six-piece quantomeno bizzarro autore di un album di debutto molto interessante intitolato “Eternity, In Your Arms” che vede luce a seguito di svariati Ep che hanno suscitato l’interesse degli addetti ai lavori tanto da ricevere encomi ed attestati di stima da parte di...

Satan Takes A Holiday – Recensione: Aliens

Dalla Svezia con furore tornano questi dirompenti Satan Takes A Holiday con il nuovo album, il quarto intitolato “Aliens” che stavolta esce per la loro nuova etichetta la Despotz Records. Stilisticamente parlando il three-piece propone un retro rock anni sessanta con attitudine prettamente punk, groove 70s e una...

The Wild! – Recensione: Wild At Heart

Da Kelowna, British Columbia arrivano questi The Wild!, quattro ceffi, barbuti e tatuati che ci propongono un deragliante e robusto rock’n’roll ad alto tasso alcolico. Capitanati da Dylan Villain alla voce e chitarra coadiuvato da Lucas “Boozus” al basso e backing vocal, The Kid alla chitarra ritmica e...