Autore: Eva Cociani

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

About Eva Cociani

has published 463 posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

Smackbound – Recensione: 20/20

Gli Smackbound sono una nuova metal band proveniente dalla Finlandia che ha preso vita nel 2015 per volontà della cantante ed attrice Netta Laurenne. Il suo nome potrebbe risultare familiare in quanto la metal singer ha collaborato in passato con nomi come Amorphis, Lordi, Black Sun e Elvenking....

One Desire – Recensione: Midnight Empire

A tre anni di distanza dall’omonimo debutto discografico ritroviamo i giovani finlandesi One Desire con una nuova uscita intitolata “Midnight Empire” destinata a consolidare quanto di buono hanno seminato in passato. La loro proposta è sempre coerente con il loro background e con piacere li ritroviamo in queste...

H.E.A.T. – Recensione: H.E.A.T II

A distanza di due anni da “Into The Great Unknown” ritornano in pista gli svedesi H.E.A.T con un nuovo lavoro,  “H.E.A.T II”, che per la prima volta viene prodotto interamente dal gruppo con Jona Tee e Dave Dalone in veste di produttori. Se il precedente lavoro aveva suscitato...

Lordi – Recensione: Killection

Nessuno sa con precisione quanti anni abbiano i mostri finlandesi; la leggenda narra si siano formati nel 1992 per volontà del cantante, costumista e designer Mr Lordi. Provenienti dalla fredda Lapponia e più precisamente da Rovaniemi, hanno riscosso un enorme successo con la vittoria all’Eurovision con il brano...

Revolution Saints – Recensione: Rise

Dietro al monicker dei Revolution Saints troviamo il super gruppo formato da Deen Castronovo (The Dead Daisies, ex componente dei Journey, Bad English), alla voce e batteria, Doug Aldrich (The Dead Daisies, Burning Rain, ex membro dei Whitesnake e Dio) alla chitarra e Jack Blades (Night Ranger) al...