Autore: Diego Cattaneo

About Diego Cattaneo

has published 30 posts

Dark Quarterer – Recensione: Violence

Passano 7 anni da ‘War Tears’, che aveva segnato il ritorno sulle scene dei Dark Quarterer dopo lo split con il chitarrista storico Fulberto Serena ed il reclutamento di Sandro Tersetti e il combo toscano, dato ormai per disperso anche a seguito dell’abbandono dello stesso Tersetti, esce dall’ombra...

Dark Quarterer – Recensione: Dark Quarterer

Sarebbe doveroso, seppur al contempo estremamente complesso, introdurre ‘Dark Quarterer’ con un excursus sulla storia lunga e tormentata dell’eccezionale band toscana, attiva fin dagli anni ’70 ma con soli 4 album all’attivo e protagonista di vicende (personali e professionali) che le hanno impedito di raggiungere un successo che...

Deep Purple – Recensione: Burn

‘Burn‘ rappresenta un punto nodale nella carriera dei Deep Purple, vuoi perché è il primo titolo sfornato dalla band inglese dopo l’abbandono di due membri storici quali Gillan e Glover, vuoi perché ne inaugura di fatto una nuova epoca stilistica; ma questo è anche un disco cardine per...

Deep Purple – Recensione: In Rock

Non si era mai sentito nulla di così monoliticamente duro fino a quel momento; certo, la florida stagione dell’hard rock era già stata probabilmente inaugurata dai “cugini” Led Zeppelin nel 1969, ma ‘Communication Breakdown’ era una gemma di aggressività incastonata in un contesto tutto sommato disomogeneo in quanto...

Angra – Recensione: Holy Land

Passano tre anni da quello straordinario debutto che risponde al titolo di ‘Angels Cry‘ e gli Angra sono chiamati a confermare quanto di buono, anzi di ottimo, avevano dimostrato di saper fare. Ma quella composta dai cinque brasiliani non è una band qualunque e con ‘Holy Land‘ riesce...

Angra – Recensione: Angels Cry

Uno dei più folgoranti debutti dell’ultimo decennio, né più né meno. Questo è ‘Angels Cry‘, opera prima pubblicata dai brasiliani Angra nel 1993 e ancor’oggi fulgido esempio di un power concepito e suonato a livelli superiori. Una breve ma suggestiva intro tastieristica fa da preludio a ‘Carry On‘...

DGM – Recensione: Hidden Place

Probabilmente conosciuti più in Giappone che in terra natia (dove magari sono sotto stimati o comunque in parte snobbati proprio per la loro italianità), tanto da essere considerati dagli appassionati del Sol Levante l’alternativa europea a Dream Theater e Symphony X in campo prog-metal, o forse penalizzati dalle...