Autore: Antonino Blesi

Ascolta metal dal 1983, ha 46 anni e non vuole certo smettere. La passione vince su tutto, e sarà anche scontato, ma la buona musica non morirà mai, finchè qualcuno continuerà a parlarne ed a canticchiare un vecchio refrain....

About Antonino Blesi

has published 28 posts

Ascolta metal dal 1983, ha 46 anni e non vuole certo smettere. La passione vince su tutto, e sarà anche scontato, ma la buona musica non morirà mai, finchè qualcuno continuerà a parlarne ed a canticchiare un vecchio refrain....

Helloween – United Alive in Madrid

Il Pumpkins United World Tour degli Helloween è stato certamente l’Evento live degli ultimi anni, con sessantanove spettacoli di fronte a più di un milione di persone in trentadue paesi e in tre continenti nell’autunno 2017. Durante gli show da headliner a Wacken, Rock Fest Barcelona e Masters of...

Tungsten – Recensione: We Will Rise

Il Tungsteno è un metallo di transizione, duro e pesante, di colore da bianco a grigio-acciaio, e il celeberrimo batterista Anders Johansson (per citare solo le sue collaborazioni più importanti: Malmsteen, Hammerfall ed ora i Manowar) nel 2016 decise che poteva essere un buon nome per una nuova...

Coreleoni – Recensione: II

A Leo Leoni il giochino chiamato Coreleoni deve essere piaciuto parecchio, al punto di bissare dopo due anni con un seguito chiamato semplicemente “II”. Grazie a lui, ad alcuni suoi vecchi amici ed all’ugola notevole di Ronnie “prezzemolo” Romero, ecco altri antichi classici tratti dai primi dischi dei...

Sonata Artica – Recensione: Talviyö

Sul decimo e nuovo decimo album in studio dei decani del power metal Sonata Artica stanno piombando diverse critiche, più o meno sensate e costruttive. “Talviyö” (“notte d’inverno” in finlandese, scelto perché suonava bene ed era più particolare dell’uso dell’inglese) segue le tracce del precedente “The Ninth Hour”...

Vision Of Atlantis – Recensione: Wanderers

“Wanderers” rappresenta la sublimazione di quel genere che possiamo denominare “Symphonic Romantic Metal”. Il settimo album degli austriaci Vision of Atlantis arriva poco più di un anno dopo l’eccellente “The Deep & The Dark”, e ne rappresenta una prosecuzione più sognante e solare. Il tutto è ben rappresentato...